Domenica 26 maggio Giornata Nazionale delle Dimore Storiche
Una suggestiva immagine di Palazzo Santini - Sinz

Aperture gratuite a Ferrara e Voghiera

Alcuni “gioielli” architettonici e artistici di proprietà privata presenti nel territorio ferrarese aprono gratuitamente le porte al pubblico in occasione della Giornata Nazionale delle Dimore Storiche, in programma domenica 26 maggio. Si tratta di Casaforte – La Bastide e Palazzo Santini – Sinz a Ferrara, e di Villa Contessa Massari a Gualdo (Voghiera).

“La Giornata Nazionale rappresenta un momento di festa privilegiato per fare conoscere a tutti i cittadini le nostre splendide Dimore Storiche, mettendo in evidenza il ruolo che ricoprono per le comunità di riferimento, sia sotto il profilo culturale che economico e sociale” commenta Beatrice Fontaine, presidente della Sezione Emilia-Romagna dell’Associazione Dimore Storiche Italiane. “Oltre ad essere il più vasto museo diffuso in Italia, come testimoniato dalle oltre 8.200 strutture private abitualmente aperte al pubblico, le Dimore Storiche delineano una delle più estese industrie culturali del Paese in quanto generano economia e valore sociale in tantissime filiere come quella del turismo, dell’artigianato e del restauro. La loro distribuzione capillare nei capoluoghi di provincia ma soprattutto al di fuori delle grandi città può fungere da stimolo per una rinnovata vitalità dei piccoli centri, garantendo un ritorno positivo per le attività produttive locali”.

A Ferrara aprirà al pubblico Casaforte – La Bastide, Dimora di origine tardo-medievale, il cui nome richiama una casa torre che nel corso dei secoli ha perso la sua altezza originaria per garantire un utilizzo civico dell’edificio. In occasione della Giornata Nazionale sarà possibile effettuare la visita guidata del giardino e della Cassaforte alle ore 10.00, 11.00, 12.00, 14.30, 15.30 e 16.30. Alle ore 21:00 è possibile partecipare alla visita serale, con prenotazione obbligatoria, in un’atmosfera suggestiva creata dalle luci delle candele, che accompagnerà racconti e aneddoti relativi alla casaforte e ai suoi abitanti nei secoli. Il costo – solo per la visita serale – è di 6 euro.

Sempre nel capoluogo estense è possibile vedere da vicino il meraviglioso giardino di Palazzo Santini – Sinz, attraversando il grande androne a volte, un gioiello incastonato nel centro città. Si potrà effettuare la visita libera di questo angolo verde, arricchito di decorazioni neoclassiche, la mattina dalle ore 10.00 alle 13.00 e al pomeriggio dalle ore 14.30 alle 17.00.

Sorta nel 1700, la Villa Contessi Massari di Gualdo deve il suo nome alla Contessa Maria Cristina Massari, ultima erede dell’omonima famiglia e donna di grande fascino e intraprendenza nonché viaggiatrice appassionata di arte e fotografia. Sarà possibile visitare gratuitamente le sale interne e le scuderie, immerse nell’ampio parco privato accanto alla Villa alle ore 10.30 e 11.30 con visite guidate.