Da sinistra: Silvia Lanzi, di Emilia Welcome-Parma Point, Davide Bellotti, Presidente del Consorzio Navi del Delta-Po Delta Tourism, Maurizio Pavesi, Direttore dell’Associazione Castelli del Ducato e il Conte Orazio Zanardi Lanza, Presidente dell’Associazione Castelli del Ducato

L’accordo suggellato a Busseto, tra i Castelli del Ducato, il Consorzio Navi del Delta-Po Delta Tourism e Emilia Welcome-Parma Point, può portare a importanti sviluppi per il territorio

Promuovere, commercializzare e valorizzare il fiume Po con le sue straordinarie eccellenze monumentali e ambientali, mettendo insieme le forze per un risultato comune. E’ questo l’obiettivo dell’accordo “Castelli del Po” suggellato a Busseto da tre importanti realtà del territorio regionale: il Consorzio Navi del Delta-Po Delta Tourism di Comacchio, storico socio della Cna di Ferrara che opera da anni nell’offerta di servizi integrati per il turismo ambientale; l’Associazione Castelli del Ducato di Parma, Piacenza, Guastalla e Pontremoli, consorzio che riunisce i proprietari pubblici e privati di numerosi manieri e luoghi storici delle province di Parma, Piacenza, Massa Carrara, Reggio Emilia e Cremona; e Emilia Welcome – Parma Point, tour operator parmense attivo nel settore dell’accoglienza turistica.

L’accordo è stato suggellato dal Presidente dell’Associazione Castelli del Ducato, Conte Orazio Zanardi Landi, dal Presidente del Consorzio Navi del Delta-Po Delta Tourism Davide Bellotti, e da Silvia Lanzi, di Emilia Welcome-Parma Point. Teatro dell’accordo e del brindisi finale la città di Busseto, Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, cuore delle terre di Giuseppe Verdi a circa otto chilometri dal grande fiume. Così si è dato corso all’accordo “Castelli del Po”, che già riscuote l’interesse istituzionale del Mab Po Grande Unesco.

Provo una grande soddisfazione nel completare, attraverso un’azione promozionale e commerciale in collaborazione con due importanti tour operator del settore, il grande lavoro sviluppato in questi anni dal circuito Castelli del Ducato di Parma, Piacenza, Guastalla e Pontremoli con itinerari verso il territorio reggiano, toscano e lombardo in stretta sinergia con le istituzioni: si punta a valorizzare il genius loci del Po dalle sorgenti al suo Delta” dice il Conte Orazio Zanardi Landi.

Il nostro ruolo, all’interno di Castelli del Po, sarà quello di far fruire ai visitatori, in tutte le stagioni dell’anno e con i migliori servizi, tutte le suggestioni che il Po, i suoi territori e i suoi castelli evocano da sempre” affermano Silvia Lanzi e Davide Bellotti.

Operiamo da sempre nella convinzione che il territorio debba essere valorizzato come un sistema unitario con tutte le sue ricchezze ambientali, storiche, naturalistiche – prosegue Davide Bellotti –. Questo accordo ci permette di ampliare il nostro impegno su un’area ancora più vasta  e ricca di suggestioni”.

Il Comune di Ferrara ha voluto esprimere la propria soddisfazione per l’accordo raggiunto dai tre operatori: “Castelli e Grande Fiume: Ferrara assume un nuovo protagonismo per la promozione di due aspetti che assomma mirabilmente in sé, con la sontuosità del suo Castello Estense e con un territorio forgiato dal fiume Po – dice l’assessore al Turismo del Comune di Ferrara Matteo Fornasini –. Con questa nuova partnership uniamo le forze entrando in un importante circuito che consentirà alla nostra città, e alla sua offerta turistica e culturale, di essere ancora più conosciuta al di fuori delle proprie mura e di essere centro attrattivo di nuovo pubblico potenziale. Grazie a Davide Bellotti che con il suo Consorzio Navi Delta del Po offre le proprie competenze, professionalità ed esperienza per questo nuovo progetto da cui, ne sono sicuro, nasceranno grandi opportunità anche per la nostra città“.