Pallanuoto Ferrara, salutate la capolista
Nella foto Marco Bigoni

La vittoria contro Modena ipoteca la vittoria del girone

La Pallanuoto Ferrara torna in vasca e lo fa alla grande. Dopo quasi tre mesi di stop è arrivato alla piscina Bacchelli il Modena Nuoto, unica squadra che sinora era riuscita a battere la truppa di Pastore. Primi tre quarti d’equilibrio, dove si sbaglia tanto e nessuna delle due squadre riesce a dare una sterzata al match. I ferraresi stringono le maglie in difesa e grazie a una prestazione magistrale del trio d’attacco più prolifico del girone, Lelli-Fontana-Tiozzo, stronca tutti tentativi di rimonta degli ospiti vincendo 15-9 (impressionante parziale finale 7-1). Con la differenza reti a favore, la Pallanuoto Ferrara mette così una seria ipoteca sulla vittoria del girone. L’impegno di giovedì contro il Formigine Pallanuoto (h 20) potrebbe essere la chiave di svolta per mettere il punto esclamativo a una stagione straordinaria.

È Marco Bigoni, arrivato quest’autunno tra le file ferraresi, a raccontare la partita contro il Modena e a presentare la sfida di giovedì. “Abbiamo fatto una grande prova, anche perché eravamo fermi da tanti mesi. Inoltre, Modena era l’unica squadra che era stata in grado di batterci. Fino al terzo tempo non ci siamo mai riusciti a staccare da loro, che sono anche riusciti spesso a mettere il naso avanti. Dopo, però, abbiamo preso fiducia e abbiamo dimostrato di essere i più forti in campo. All’inizio siamo stati molto sfortunati, abbiamo tirato male sbagliando anche due rigori, mentre loro sono stati bravissimi nello sfruttare la loro esperienza e la fisicità delle boe, che hanno girato in porta diversi palloni. Non siamo caduti in provocazioni e questo è un segnale per noi del fatto che siamo una squadra più consapevole e matura, in grado di reagire coi fatti alle difficoltà. È giusto menzionare i nostri” magnifici 3”, che hanno spaccato la partita in attacco, ma si può dire che questa partita è stata vinta grazie al nostro grandissimo spirito di squadra.

All’andata ci eravamo disuniti, non ci abbiamo creduto fino in fondo anche quando li avevamo recuperati. Ieri, invece, ha vinto il nostro cuore e il gioco di squadra: quando scendiamo in acqua con questo spirito, siamo davvero difficili da fermare. Sono davvero orgoglioso di fare parte di questa squadra. Grazie anche a chi è venuto a sostenerci e chi ha contribuito fuori dall’acqua”.

Non solo Modena: giovedì arriverà un’altra vecchia avversaria della Pallanuoto Ferrara, Formigine. “Dall’inizio dell’anno li abbiamo incontrati solo una volta, in amichevole, per cui non sappiamo bene cosa aspettarci. Avremo pochi giorni per recuperare le energie dopo la partita contro Modena, questo può essere solo un valore aggiunto per ritornare a pieno regime in quanto a voglia e cattiveria agonistica. Loro avranno giocatori importanti che hanno ben figurato anche ad alti livelli, ma se vogliamo provare a fare il colpaccio e vincere il campionato bisogna passare anche attraverso partite di questo tipo. Venite a vederci, vi aspettiamo e avremo bisogno di più supporto possibile!”.