Grande piazzamento per la Palestra Ginnastica Ferrara
Nella foto Ilia Kovtun alle parallele (foto Salvatelli)

Sono due i punti che separano gli estensi dal quarto posto

In Palestra Ginnastica Ferrara si sapeva che quella di sabato a Montichiari sarebbe stata una giornata fondamentale, seppure si trattasse solo della prima del Campionato di Serie A1 di Ginnastica Artistica Maschile 2024, in quanto arrivata in un momento di recupero da diverse avversità fisiche che hanno caratterizzato la preparazione dei ginnasti, e i palestrini non hanno mancato l’appuntamento, chiudendo al 7° posto: un piazzamento reso ancor più di valore dal punteggio conquistato (234.100), che racchiude le squadre dalla quarta alla settima in meno di 2 punti, con una divario molto più ampio rispetto alle squadre che seguono.

Sì, perché è con i punti che bisogna fare i conti nelle tre giornate della regular season del campionato (ieri e poi Ancona il 24 febbraio e Ravenna il 7 aprile) dove le dodici formazioni in lizza andranno a classificarsi per accedere alla Final Six o “scivolare” nella serie cadetta, destino riservato, senza prova d’appello, alle ultime tre.

Due punti, dicevamo, sono quelli che separano gli estensi dal quarto posto e sono punti che erano tutti nel potenziale dei ginnasti della PGF ma, si sa, durante le competizioni non tutto gira per il verso migliore, con qualche sbavatura di troppo in una prova complessivamente buona, illuminata dallo stellare 14,550 del vicecampione del mondo ucraino Illia Kovtun al cavallo con maniglie, che gli consente di primeggiare in questo attrezzo, al quale aggiunge il secondo posto alle parallele e il terzo agli anelli: veramente straordinario per un atleta in recupero da un intervento che lo tiene ancora a riposo nelle specialità dove si salta (corpo libero e volteggio). A questa prestazione si aggiunge la grande continuità tra le prove di Andrea Passini (capitano), Steven Matteo, Pietro Miserti, Emiliano Landi e dal rientrante da lungo infortunio Tommaso Bertarelli, che permettono alla squadra di essere terzi sia al Cavallo con Maniglie che alla Parallele.

Vince la giornata la Ginnastica VIRTUS Pasqualetti di Macerata, detentrice del titolo, con 243,350, con la grande sorpresa della neopromossa SPES Mestre Ginnastica che chiude al terzo posto con 239,200, dimostrando che tutte le formazioni si sono preparate e rafforzate al meglio, con tanti ginnasti che vedono nella Serie A la via per preparare al meglio i Giochi Olimpici di Parigi, il tutto per un Campionato di altissimo livello che vedrà un acceso confronto tra le Stelle Azzurre, con l’Italia che ha già conquistato tutti i possibili pass, e i “big” del panorama internazionale, inseriti a completamento dei roadster per affrontare i 6 attrezzi sui quali si articola la sfida.
Una prova che, dunque, rispecchia in pieno le parole della viglia dell’allenatore Claudio Pasquali, che aveva voluto sottolineare l’incertezza per la “prima”, in uno sport dove non esiste un confronto costantemente seguito dalle telecamere, come ad esempio nel calcio, con tante formazioni che sulla carta si erano decisamente rafforzate. Ora, a lui e ai suoi colleghi Emanuele Menegozzo e Loriana Ferrari, il compito di proseguire su questa via, fondamentale per mantenere la categoria.

A sintetizzare il tutto ci pensa invece il Presidente PGF Franco Mantero: “Buona la prima. Sapevamo che non potevamo rischiare e abbiamo giocato in difesa. La squadra non era nelle migliori condizioni fisiche. Nonostante questo, prima dell’ultimo attrezzo eravamo quinti poi 2 cadute ci hanno fatto scivolare al settimo posto. Ma va bene così. siamo nel gruppo di testa e ci giocheremo tutto nella terza prova. Sono fiducioso. Con la testa siamo già a Ravenna 7 aprile poco prima dei campionati europei di Rimini.”