Al via la manifestazione per auto e moto storiche Valli e Nebbie
Nella foto la presentazione di Valli e Nebbie questa mattina nella Sala degli Arazzi

Da venerdì 5 a domenica 7 aprile 2024 la manifestazione di auto e moto storiche dell’Officina Ferrarese

Presentata alla stampa nella Sala degli Arazzi della residenza municipale la manifestazione di auto e moto storiche “Valli e Nebbie”.

All’incontro con i giornalisti sono intervenuti l’assessore alla sport Andrea Maggi, il presidente Club Officina Ferrarese del Motorismo Storico Riccardo Zavatti e il past president Club Officina Ferrarese del motorismo storico ⁠Giulio Felloni.

La manifestazione rappresenta il fiore all’occhiello del club Officina Ferrarese del Motorismo Storico ed è ormai un appuntamento consolidato quale primo appuntamento del Circuito Tricolore Asi 2024.

Intervenendo alla presentazione l’assessore Maggi, ha manifestato il piacere d’intervenire “come socio, amico e amministratore pubblico, orgoglioso di sostenere una manifestazione della quale mi piace sottolineare tre aspetti fondamentali.

La capacità di fare una cultura del motorismo storico di altissimo livello.

La capacità di coniugarla con una pratica di tecnica sportiva di eguale livello con impegnative prove di ‘regolarità’ automobilistica.

Infine, la capacità di creare un’occasione -unica visto il successo di partecipazione- di cultura turistica offrendo la possibilità di scoprire i tesori monumentali ed eno-gastronomici di Ferrara e del territorio tutto, visitando palazzi, mostre, bellezze naturalistiche.

Una manifestazione il cui successo è racchiuso in due numeri: 34 anni di storia e 90 equipaggi dell’edizione 2024. Un successo possibile solo grazie al gran lavoro di squadra dei dirigenti e volontari dell’Officina, cui va il ringraziamento mio personale, della città e di tutta l’amministrazione”.

Il sindaco Alan Fabbri, nel messaggio rivolto agli organizzatori, manifestando soddisfazione per l’appuntamento sostenuto dal Comune, ricorda che: «Valli e Nebbie si conferma tra gli appuntamenti di maggior rilievo della primavera ferrarese, che attira un pubblico di appassionati delle quattro ruote, ma anche tantissimi curiosi. La bellezza di questi gioielli di ingegneria e design, un puro piacere per gli occhi e per lo spirito, sarà ammirabile appieno nella spettacolare sfilata prevista la domenica in Piazza Trento Trieste.

Ringrazio l’Officina Ferrarese e il presidente Riccardo Zavatti, che anche quest’anno torna a dare prova del suo impegno nella promozione della tradizione automobilistica unita alla valorizzazione delle bellezze culturali, agroalimentari e paesaggistiche di Ferrara e del suo territorio. Territorio che, lo ricordiamo, ha dato origine alla Bugatti. Furono infatti i conti Gian Oberto e Olao Gulinelli a finanziare il primo prototipo del marchio famoso nel mondo».

Riccardo Zavatti, presidente del Club Officina Ferrarese del Motorismo Storico, così commenta: «si tratta di un bellissimo traguardo e, al contempo, di una piacevole conferma di una manifestazione ormai di livello anche internazionale che quest’anno vede la presenza di ben quindici equipaggi da tutta Europa.

Peraltro, abbiamo ottimi riscontri da parte di tutte le amministrazioni che, con grande piacere, collaborano alla nostra iniziativa. Valli e Nebbie si conferma una kermesse particolarmente attrattiva, tant’è che abbiamo dovuto limitare il numero delle auto a 90, ma sarebbero state molte di più».

Il programma, come di consueto, coniuga passione per il motorismo, valorizzazione delle tipicità ferraresi (sia sotto il profilo paesaggistico che culinario) e cultura in senso stretto. Tanto che, dopo le verifiche tecniche di venerdì pomeriggio in piazza Castello, gli equipaggi – provenienti anche quest’anno da tutto lo Stivale e non solo – saranno accompagnati in visita guidata alla mostra di Escher a Palazzo dei Diamanti.

Sabato 6 si parte con le verifiche tecniche al mattino, dalle 8 alle 9, davanti all’hotel Ferrara.

Dopo la partenza della prima vettura – sono circa novanta gli equipaggi iscritti – il primo controllo di timbro è a Masi Torelli, il secondo a Migliarino e, alle 10.30, la carovana storica si addentrerà nell’itinerario delle Valli di Comacchio.

Aperitivo alle Piramidi, prove di precisione al Lido degli Estensi e poi pranzo a Comacchio.

Al via poi verso Lagosanto, Fiscaglia, la metafisica Tresigallo e il ritorno in città. Alla sera, la consueta cena di gala.

Domenica mattina, dopo le prove tecniche in piazza Ariostea, la rotta porta verso Bondeno dove gli equipaggi visiteranno l’idrovoro delle Pilastresi. Delizia Estense della Diamantina per il controllo timbro poi la sfilata delle auto in piazza Trento Trieste.

L’appuntamento conviviale conclusivo è fissato per le 13 a Palazzo Pendaglia.