Verso la riqualificazione del quartiere Giardino
Nella foto alcuni negozi in via Ortigara che saranno acquistati dal comune

Approvato oggi in giunta l’acquisto di cinque immobili nella zona Gad

Prosegue il progetto di riqualificazione della zona Gad. È stata infatti approvata oggi in Giunta la delibera in merito all’acquisto a titolo oneroso di cinque immobili siti nel quartiere Giardino, nello specifico in via Ortigara e all’angolo tra via Cassoli e viale IV novembre.

Gli immobili, tutti sfitti, una volta acquisiti dal Comune, saranno destinati a vari fini istituzionali come ulteriore presidio sul territorio.

“È di fondamentale importanza per l’Amministrazione comunale continuare il percorso strategico avviato nel 2019 sul quartiere Giardino, volto a contrastare il degrado con misure finalizzate alla messa in sicurezza e alla riqualificazione delle aree più sensibili, in linea con gli obiettivi di mandato. Con l’acquisto di cinque nuovi locali intendiamo offrire un ulteriore impulso a questa zona. Ringrazio gli assessorati al Patrimonio e alla Sicurezza coinvolti per questo ulteriore grande passo in avanti per restituire alla comunità queste importanti aree della città”, commenta il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri.

“Il nostro progetto per rendere più sicure queste zone non si limita all’indispensabile lotta allo spaccio grazie all’intervento della polizia locale, ma racchiude un più ampio programma di sicurezza urbana integrata che vede già attivi numerosi progetti di partecipazione e la riqualificazione di intere aree prima soggette a delinquenza e degrado. Questi spazi saranno destinati alle realtà presenti sul territorio, che diventeranno in questo modo presidi di legalità e centri di aggregazione cittadina”, specifica il vicesindaco con delega alla Sicurezza Nicola Lodi.

L’acquisto degli immobili in via Ortigara (numeri civici 20A, 20C e 22B) e in via Cassoli (numeri 37, 41-43), comprese le spese notarili e fiscali, ammonta a una spesa complessiva di 164.300 euro.

A questi si aggiungono gli investimenti di rigenerazione già posti in essere dall’Amministrazione nella zona con l’obiettivo di riqualificazione e restituzione alla cittadinanza di un quartiere più sicuro, con l’acquisto di tre unità al piano terra del Grattacielo (circa 60mila euro), l’acquisto e i lavori di ristrutturazione di 2 nuovi immobili per il centro per l’impiego per un valore complessivo di oltre 2,3 milioni di euro (tra fondi PNRR e comunali), che è stato spostato da via Fossato di Mortara temporaneamente in viale IV Novembre e che troverà sede definitiva in via Cassoli, oltre alla realizzazione della Velostazione e la rigenerazione di parco Coletta.