I giorni della Memoria a Portomaggiore
(Shutterstock.com)

Un appuntamento dedicato alle studentesse e agli studenti e un’iniziativa aperta alla cittadinanza

Giovedì 25 gennaio alle ore 11.00 presso l’aula magna dell’Istituto Rita Levi Montalcini verrà proiettato L’ultimo grido. La vita degli ebrei italiani al tempo delle Leggi razziali, scritta e diretta dall’autore ferrarese Giuseppe Muroni, realizzata in collaborazione con l’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara e con la casa di produzione cinematografica Controluce. Stefano Muroni è protagonista di uno dei quattro episodi insieme a Francesca Inaudi, Monica Guerritore e Francesco Montanari.

Con il ritrovamento e la lettura di quattro lettere, vengono ripercorse le storie di vita di quattro cittadini italiani di religione ebraica rimaste ai margini della Storia. È dalla dimensione privata che bisogna partire per comprendere le vicissitudini di Francesca, Stefano, Monica e Francesco, i quattro protagonisti di questa web-serie, e non è un caso se la lettera è stata scelta come emblema del viaggio che ci porta a ritroso nel tempo. Nel contrasto tra “spazio privato-libertà” e “spazio pubblico-negazione” si poggiano le fondamenta di una comunità che, come nessun’altra, tentò di non piegarsi alla bieca violenza. Fino a quando le porte di casa rimangono invalicabili viene coltivata una speranza, nutrita dalla fede e dalla cultura; nel momento in cui verrà violata la dimensione privata-familiare, mediante rastrellamenti e deportazioni, inizierà la «persecuzione delle vite» e il periodo più fosco della storia del Novecento. Le epistole diventano veri e propri luoghi della riflessione, della paranoia, del ripensamento, della scissione, dell’auto-analisi, del malessere, dell’intimità, della resistenza e della libertà. L’ultimo grido racconta da una prospettiva diversa gli anni tra il 1938 e il 1943.

Interverranno Anna Quarzi, Direttrice dell’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara e Stefano Muroni.

Anche l’Istituto Federico Bernagozzi con le scuole primarie e secondarie è impegnato nell’organizzazione di un appuntamento dedicato al Giorno della Memoria per la prossima settimana.

Vicesindaca Molesini: “Come in altre date ed eventi importanti, anche in occasione della Giornata della Memoria, abbiamo cercato e sostenuto la collaborazione con i nostri Istituti Scolastici. Condividere un momento di riflessione sulla tragedia dell’Olocausto è un atto dovuto ma, al tempo stesso, un’occasione per porre l’attenzione anche su temi attuali, dal momento che violenti ed estremisti continuano ad avere tristemente seguito. L’impegno delle studentesse e degli studenti di Portomaggiore, insieme ai loro insegnanti, è un invito a non abbassare la guardia e a continuare a batterci contro ogni forma di discriminazione e odio”.