Il Mercatino vintage solidale all'Antoniano

Da giovedì 19 a domenica 22 ottobre presso lo Studio Televisivo dello Zecchino d’Oro

L’appuntamento con “Vintage e non”, il temporary shop benefico organizzato dall’Antoniano, torna a Bologna da giovedì 19 a domenica 22 ottobre.

Lo storico mercatino solidale offre – due volte l’anno – la possibilità di acquistare abiti e accessori vintage per tutte le età, supportando così il Centro Terapeutico di Antoniano che dal 1982 segue bambini con fragilità fisiche e cognitive, aiutandoli a superare i momenti difficili e a costruire un futuro più sereno. Come ogni anno, sarà presente anche una sezione dedicata all’oggettistica, per tutti gli appassionati di bric à brac.

Per la trentunesima edizione, il “Vintage e non” torna nello Studio Televisivo di Antoniano (accesso da via Guinizelli, 11), da cui ogni anno va in onda su Rai 1 lo Zecchino d’Oro, e sarà aperto dalle 10 alle 18.30 con orario continuato.

Il ricavato contribuirà a sostenere le attività del Centro Terapeutico, che nel 2023 ha permesso a 712 bambini, seguiti insieme alle loro famiglie, di avere il supporto riabilitativo specialistico di cui ognuno ha bisogno, per un totale di oltre 6.400 ore di terapia, tra cui sedute di psicologia, neuropsichiatria infantile, logopedia, fisioterapia, psicomotricità e musicoterapia.

Il Centro offre una presa in carico multidisciplinare integrata attraverso valutazioni individuali e/o di gruppo, nonché valutazioni cliniche specialistiche.

Questo approccio permette di osservare il bambino a 360° gradi, in modo che le sue abilità (motoria, posturale, visiva e oculo-motoria, cognitiva, visuo-percettiva, comunicativa, affettivo-relazionale) possano diventare punti di forza nel suo percorso di crescita.

Tutto questo è possibile grazie alla collaborazione di diversi professionisti specializzati in ambiti quali: logopedia, musicoterapia, neuropsicomotricità e psicomotricità, neuropsichiatria, pediatria, osteopatia, psicologia e neuropsicologia.

La seconda vita di un abito o di un oggetto può, così, donare nuove opportunità a bambini che hanno bisogno di trovare la loro strada per crescere.