Due studentesse si laureano presentando la tesi sulla Polizia Locale Terre Estensi
Nella foto Vanessa Zanirato con il Commissario Daniela Fini

Il Corpo ha fornito loro l’argomento per la discussione finale delle tesi

Simona Filannino e Vanessa Zanirato sono le neo dottoresse che, martedì 19 marzo scorso, si sono presentate davanti alla Commissione del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Ferrara, conseguendo la laurea triennale in Operatore dei servizi Giuridici, argomentando le tesi incentrate sull’attività della Polizia Locale di Ferrara, rispettivamente dal titolo “Sicurezza urbana e Polizia Locale – Il caso di Ferrara” e “Al lavoro è un collega – Il benessere dei cani poliziotto nella tutela della sicurezza urbana”.

Le due ragazze, tra tutte le Forze dell’Ordine presenti sul territorio, hanno scelto di svolgere il loro tirocinio curriculare presso la Polizia Locale Terre Estensi. Il Corpo ha fornito loro l’argomento per la discussione finale delle tesi, significando l’efficacia dell’impostazione di avvicinamento al lavoro reso possibile dalla sinergia tra il Dipartimento di Giurisprudenza e l’Amministrazione Comunale.

Filannino e Zanirato hanno confessato entusiaste che l’esperienza maturata durante il loro tirocinio ha rinforzato il già formato convincimento di approdare ad una vita lavorativa in divisa nel prossimo futuro.

Simona Filannino ha esposto la stretta correlazione tra presenza assidua delle divise sul territorio e decremento del degrado. Dissertando di sicurezza, la neolaureata ha sviluppato i concetti di micro criminalità, di vandalismo, di deturpazione di luoghi pubblici; elementi, questi, che contribuiscono a creare un clima di disordine urbano, per contrastare il quale è stato fondamentale attuare un piano di controllo, di presenza e di repressione dei reati in ogni loro forma. Ha articolato di droga sequestrata e di zone nevralgiche sottratte all’illegalità e non ha risparmiato di richiamare al dovere civico il cittadino.

Vanessa Zanirato ha invece introdotto la sua tesi dissertando del benessere degli animali, del loro essere senzienti, ragionando sull’utilitarismo e la morale, oltre all’evoluzione del diritto. Ha menzionato quindi Aaron, Chloe e Foras, i cani poliziotto antidroga in forze alla Polizia Locale Terre Estensi, percorrendo le fasi dell’addestramento mediante il gioco, del servizio e del rapporto simbiotico tra il cane ed il conduttore.

A conclusione delle discussioni, entrambe hanno ringraziato con commozione il Comandante Dott. Claudio Rimondi, che ha concesso loro di approdare al Comando della Polizia Locale, il Commissario Daniela Fini, coloro che hanno acceso il loro entusiasmo e dai quali ciascuna ha attinto la propria fonte di ispirazione, ovvero rispettivamente il Nucleo Anti Degrado e il Nucleo Unità Cinofila e infine tutti gli Operatori in forze al Corpo incontrati durante le 300 ore di tirocinio, che hanno svelato loro il volto umano della Polizia Locale.

“Faccio le mie congratulazioni alle due neo dottoresse – ha precisato il vicesindaco e Assessore alla Sicurezza Nicola Lodi – che hanno brillantemente portato a termine i loro studi. Il futuro appartiene ai giovani, come dico sempre. Spero che la fine del loro percorso sia anche l’inizio di una brillante carriera”.