Una mostra, che raccoglie le foto scattate da studentesse e studenti delle classi 5^H e 5^C dell'Einaudi durante la loro visita a Auschwitz
Nella foto alcune delle immagini in mostra

 L’assessore Kusiak all’inaugurazione della rassegna espositiva

“I nuovi testimoni siete voi”, con queste parole Anna Quarzi, direttrice dell’Istituto di storia contemporanea di Ferrara, ha sottolineato il valore della mostra fotografica sul campo di concentramento e di sterminio di Auschwitz, inaugurata nella mattinata di martedì 6 febbraio 2024 all’Istituto di istruzione superiore “Luigi Einaudi” di Ferrara, alla presenza, oltre che della direttrice Quarzi, dell’assessore alla pubblica istruzione Dorota Kusiak, della coordinatrice dei Servizi Educativi del MEIS, della dirigente scolastica dell’Einaudi Marianna Fornasiero.

La mostra, che raccoglie le foto scattate da studentesse e studenti delle classi 5^H e 5^C dell’Einaudi durante la loro visita a Auschwitz, nell’ottobre scorso, fa parte del progetto “Italia-Polonia 1943-2023. Dove inizia e finisce l’Europa tra storia, memoria e attualità” curato dal professor Michele Ronchi Stefanati e finanziato dall’Assemblea legislativa dell’Emilia Romagna all’interno dei “Viaggio della memoria e viaggi attraverso l’Europa”.

“Oggi che i testimoni diretti sono rimasti pochi, questo lavoro di memoria è ancora più importante e, per me, che sono polacca, le vostre foto sono particolarmente emozionanti”, ha aggiunto l’assessore Kusiak, rivolgendosi agli studenti.

L’esposizione, divisa in quattro sezioni, raccoglie scatti in bianco e nero che mettono in luce, come ha sottolineato il docente Luca Masetti, che ha coordinato il lavoro, “un punto di vista diverso, personale”, ritraendo Auschwitz I e Birkenau “in modo inedito, rispetto alle immagini che siamo soliti ritrovare sui libri di storia”. Tracce di un viaggio che cambia la vita per sempre e che vede gli studenti come custodi della memoria, unico antidoto all’indifferenza di fronte agli orrori passati, presenti e futuri.