Ad oggi sono 14 i bambini che si sono iscritti (e non più 11): grazie a questo incremento di richieste l’Ufficio Scolastico Provinciale potrebbe valutare positivamente l’assegnazione alla prima classe delle insegnanti facenti parte dell’organico di diritto, passaggio fondamentale per garantire l’avvio delle lezioni

I numeri ci sono e la classe prima nella scuola di Gaibanella per l’anno scolastico 2021/22 potrebbe partire. Questa la novità emersa dall’incontro che si è tenuto martedì pomeriggio nella sede della Scuola Primaria di Gaibanella organizzato dal Sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, alla presenza dei genitori che hanno chiesto l’iscrizione e che abitano nella zona.

Grazie al grande impegno dimostrato da parte di tutte le famiglie e secondo i numeri delle iscrizioni è possibile far partire la classe prima nella scuola di Gaibanella – spiega il sindaco – ora attendiamo l’ufficialità dell’Ufficio Scolastico Provinciale, che si era già espresso favorevolmente sulla possibilità di formare la prima classe anche a fronte del numero minimo di bambini. Per quanto riguarda noi come amministrazione e come giunta continueremo a investire sulla frazione per garantire a bambini e famiglie servizi di qualità che permettano a chi abita a Gaibanella di vivere in pieno il proprio territorio. Lavoreremo per rafforzare i trasporti e le attività del tempo libero, per creare sinergie con la scuola parrocchiale e daremo il via ad uno studio sulla realtà scolastica della frazione per comprendere esigenze e risposte da dare alle famiglie per i prossimi tre anni“.

Sono 14, ad oggi, i bambini che si sono iscritti (e non più 11) alla classe prima della scuola di Gaibanella e proprio grazie a questo incremento di richieste l’Ufficio Scolastico Provinciale potrebbe valutare positivamente l’assegnazione alla prima classe delle insegnanti facenti parte dell’organico di diritto, passaggio fondamentale per garantire l’avvio delle lezioni.

La scuola di Gaibanella ha sempre avuto una prima classe, anche se con piccoli numeri – aggiunge l’assessore alla Pubblica Istruzione Dorota Kusiak –. Ed è quindi importantissimo che anche quest’anno si possa partire con una prima. Siamo fiduciosi nella volontà dell’Ufficio Scolastico di dare corso alle speranze dei genitori che sperano nella formazione della classe prima per l’anno scolastico 2021/22, perché crediamo fortemente nell’importanza di poter far frequentare ai bambini la scuola all’interno del territorio in cui sono nati e in cui vivono. Abbiamo già avviato una analisi demografica degli alunni in età scolare che dovrebbero andare a formare le prime dei prossimi anni e metteremo in campo strategie di prevenzione e attività di rete per evitare di arrivare ancora in questa situazione di incertezza che nuoce alle famiglie e che dobbiamo riuscire a prevenire“.