Donate 500 borracce dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con Cadf e Clara

In occasione della Giornata Mondiale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, che celebra la storica data dell’approvazione della Convenzione sui diritti dell’infanzia da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, l’Amministrazione comunale di Copparo, in collaborazione con Cadf e Clara, ha donato 500 borracce agli alunni della scuola primaria ‘O. Marchesi’.

La consegna simbolica a una classe del plesso copparese è stata effettuata dal sindaco Fabrizio Pagnoni, dal vicesindaco Franca Orsini e dalla responsabile del settore Scuola Rita Sattin, alla presenza del dirigente scolastico Domenico Marcello Urbinati, che ha rilevato «l’importanza di questo segnale nella direzione della tutela delle risorse naturali unita all’attenzione per la sicurezza nell’utilizzo della preziosa risorsa, in questo particolare periodo storico». Le borracce saranno infatti utili per il consumo individuale di acqua in sicurezza durante la permanenza a scuola e nella mensa scolastica, dove sostituiranno le bottiglie.

Diritto alla tutela all’ambiente e alla sostenibilità del pianeta

«Oltre all’utilità nell’affrontare le disposizioni anticovid, le borracce richiamano il diritto alle giovani generazioni a vivere in un mondo in cui sia garantita la tutela dell’ambiente e la sostenibilità del pianeta – ha affermato il sindaco –. Lo riteniamo un gesto emblematico in questa giornata che ricorda l’adozione della Convenzione Onu, che per la prima volta ha riconosciuto i bambini come aventi diritti civili, sociali, politici, culturali ed economici, e che quest’anno assume un significato ancor più rilevante, in considerazione di quanto l’emergenza sanitaria abbia tolto ai nostri bimbi e ai nostri ragazzi, al loro percorso di crescita e di formazione. Un gesto che vuole inoltre esprimere concretamente ribadisce l’impegno dell’Amministrazione verso la scuola, che riveste un ruolo centrale per la comunità».