L’obiettivo è quello di farsi trovare pronti nella previsione e prevenzione dei rischi e nella preparazione e risposta alle maxi emergenze. Prima esercitazione all’ospedale di Argenta

Farsi trovare pronti nella previsione e prevenzione dei rischi e nella preparazione e risposta alle maxi emergenze. È l’obiettivo dell’istituzione della nuova figura del Disaster Manager, individuato dalle due aziende sanitarie ferraresi ed entrato in servizio a inizio anno. 

Nei giorni scorsi presso l’ospedale di Argenta si è tenuta la prima esercitazione di maxi emergenza, simulando l’attivazione del PEIMAF – Piano Emergenza Interno per Massiccio Afflusso di Feriti, di cui tutti i Pronto Soccorso sono dotati per far fronte a determinate circostanze per cui è atteso un iperafflusso di utenti. 

Lo scenario della simulazione è stata un’intossicazione alimentare, con 12 persone che hanno avuto accesso al Pronto Soccorso di Argenta per problemi gastroenterologici. Uno scenario che ha richiesto appunto l’attivazione del Piano Emergenza, che consiste nella riorganizzazione del metodo di lavoro, degli spazi e del personale per garantire i livelli essenziali di assistenza. 

L’esercitazione ha coinvolto il personale del Pronto Soccorso e di vari reparti dell’ospedale di Argenta: in prima linea sei operatori del PS, un anestesista dell’Istituto Ortopedico Rizzoli in servizio presso il Polo ortopedico riabilitativo IOR argentano, due infermieri dei reparti di Medicina Interna e Lungodegenza e il personale della Direzione Medica e Infermieristica. 

Un lavoro coordinato dal Disaster Manager sanitario, una figura di nuova introduzione che ha la funzione di pianificare e testare le situazioni di rischio (con specifici protocolli relativi alla gestione del rischio tecnologico, sismico, idrogeologico, terroristico), redigere e verificare i piani di emergenza per la gestione delle maxi emergenze dal territorio agli ospedali (compresi i grandi incidenti stradali) e valutare i piani sanitari per la gestione dei grandi eventi (come la collaborazione in corso per il maxi concerto di Bruce Springsteen in programma a maggio), in collaborazione con Protezione Civile, Prefettura, Vigili del Fuoco e tutti gli enti di soccorso pubblico e difesa civile. 

La funzione afferente alla Direzione Infermieristica e Tecnica, diretta da Marika Colombi, e al Dipartimento Emergenza diretto da Erminio Righini, in stretto raccordo con Maurizio Giacometti responsabile del 118 e a Daniele Cariani direttore dei Pronto Soccorso, è stata affidata a Maicol Zanellati, infermiere specialista Emergenza Territoriale 118 Ferrara, che anticipa che l’esercitazione ad Argenta è stato un ottimo punto di inizio e sono previste ulteriori simulazioni ‘a sorpresa’ nel corso del 2023.