medico alla scrivania
(shutterstock)

Conferiti gli incarichi a Maurizio Simone direttore Urologia, Antonia Maria Guglielmin direttrice Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro, Rosario Cultrera direttore Malattie Infettive Territoriale e Loretta Gulmini direttrice Cure Palliative

Continua l’opera dell’Azienda USL di Ferrara finalizzata a dare guida stabile alle Unità Operative Complesse e a dar vita a nuovi servizi aderenti alle esigenze del territorio provinciale anche in un’ottica di integrazione con l’Azienda Ospedaliero-Universitaria. Ha dunque avuto luogo la nomina di quattro nuovi primari: Maurizio Simone direttore Urologia, Antonia Maria Guglielmin direttrice Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro; Rosario Cultrera direttore Malattie Infettive Territoriale e Loretta Gulmini direttrice Cure Palliative. 

I nuovi incarichi sono stati conferiti dopo le apposite procedure selettive, incentrate sulle esperienze e capacità professionali dei candidati, nonché sulle capacità gestionali, organizzative e di direzione evidenziate nelle prove colloquio e valutate dalle commissioni.

Chi sono i nuovi primari

Dottor Maurizio Simone, direttore UO Urologia
Il dott. Simone prenderà servizio il 1° dicembre 2022 alla guida della nuova Unità Operativa di Urologia che vede il riassorbimento delle strutture semplici esistenti di gestione dell’Ospedale di Cento e del Delta, attualmente vacanti, e la costituzione nell’ambito del Dipartimento Interaziendale ospedaliero ad Attività Integrata (D.A.I.) di Chirurgia, sviluppata presso l’ospedale del Delta.
Nel corso della sua trentennale carriera ospedaliera, il dr. Simone ha sempre lavorato in ambito di urologia generale dell’adulto. Già responsabile dell’Urologia dell’AUSL Ferrara per lungo tempo, ha lavorato come libero professionista negli ultimi cinque anni, e ora riporta le sue competenze nel settore pubblico. Si è sempre occupato di urologia oncologica ed endoscopia, con particolare riguardo alla chirurgia della calcolosi e della prostata. È socio di AURO (Associazione Urologi Italiani) dalla sua fondazione.
La sua nomina è strategica per fornire un’unica ‘regia’ per il trattamento di tutte le patologie urologiche e prevenzione delle loro complicanze, visite ambulatoriali di primo e secondo livello, consulenza presso i punti di assistenza territoriale, day hospital, accoglienza, counselling e presa in carico del paziente, raccordo e integrazione con i professionisti del territorio e i medici di famiglia.

Dottoressa Antonia Maria Guglielmin, direttrice UO Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro (PSAL)
La dott.ssa Guglielmin prenderà servizio il 1° gennaio 2023 e subentrerà alla direttrice facente funzioni Maria Rosa Spagnolo, che si ringrazia per il lavoro svolto.
Medico del lavoro con comprovata esperienza, la dott.ssa Guglielmin dal 2015 all’agosto 2021 ha diretto la PSAL di Bologna. Si tratta di un gradito ritorno in terra estense: ha iniziato a lavorare alla fine degli anni ‘80 presso la Medicina Preventiva ed Igiene del Lavoro di Codigoro, per poi prestare servizio presso la UOC PSAL dell’Ausl di Bologna dove ha fatto carriera fino a ricoprire l’incarico di sostituzione nella direzione. Ha alle spalle numerose attività di docenza e formazione ed è vicepresidente della SNOP (Società Italiana Operatori della Prevenzione). 
Un importante contributo per proseguire e migliorare quanto già in atto in merito alla realizzazione di condizioni di lavoro igieniche e sicure mediante un’attività di informazione, assistenza, vigilanza e controllo nei luoghi di lavoro che contribuisca alla prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali.

Dottor Rosario Cultrera, direttore UO Malattie Infettive Territoriale
Il dott. Cultrera prenderà servizio il 1° gennaio 2023 alla guida della nuova Unità Operativa Malattie Infettive Territoriali. Dal 1991, il dr. Cultrera è dirigente medico di I livello presso l’UO Malattie Infettive dell’Azienda Ospedaliera di Ferrara, ricercatore in Malattie Infettive presso l’Università degli Studi di Ferrara e docente sempre a Unife. 
Di particolare rilevanza la partecipazione scientifica a progetti di ricerca nazionali e internazionali, in particolare sullo studio e la valutazione delle infezioni da malattie tropicali, Herpes virus, HIV ed Epatite C, COVID-19 e sulle terapie delle infezioni causate da microrganismi resistenti a più antimicrobici specialmente in campo oncoematologico, ortopedico e chirurgico e nei pazienti immunocompromessi. Fa parte della Commissione Unica del Farmaco dell’Area Vasta Emilia Centrale in qualità di Clinico di Malattie Infettive ed è responsabile di progetti clinici di stewardship antimicrobica.
La nuova Unità Operativa Malattie Infettive Territoriali, nell’ambito del Dipartimento Cure Primarie, entra nella rete degli ospedali provinciali, strutture residenziali e strutture sociosanitarie con assistenza e reperibilità dello specialista infettivologo tutti i giorni h24 con piena collaborazione con il Dipartimento di Emergenza Urgenza ed OBI anche nei periodi di massima criticità. Tra le funzioni in stretta collaborazione con tutte le istituzioni: sviluppo del Day Service; attività ambulatoriali specialistiche; assistenza al paziente con infezione da HIV; uso di terapie innovative; monitoraggio e corretto uso degli antibiotici, antimicotici ed antivirali; monitoraggio agenti sentinella; assistenza a detenuti e migranti, il tutto in ottica one health. 

Dottoressa Loretta Gulmini, direttrice UO Cure Palliative
La dott.ssa Loretta Gulmini, figura di riferimento sul territorio per le cure palliative, prenderà servizio il  1° dicembre 2022, a capo della nuova Unità Operativa di Cure Palliative che, all’interno del Dipartimento Cure Primarie, persegue il consolidamento della Rete Locale di Cure Palliative, che comprende professionisti AUSL e realtà del terzo settore coinvolte nell’assistenza domiciliare e in hospice, per garantire l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore in prospettiva bio-psico-sociale. 
Dal 2007 svolge ruolo di medico oncologo-palliativista dirigente I livello presso l’Hospice di Codigoro come responsabile medico della degenza, dell’ambulatorio di cure palliative, delle consulenze oncologiche e palliativistiche domiciliari e ospedaliere. Coordina la Rete di Cure Palliative Provinciale, è referente regionale e provinciale della Rete di Cure Palliative Pediatriche, referente Punto Unico di Accesso Pediatrico Territoriale Provinciale (PUAP) e responsabile di M.O. di Unità Semplice Hospice/Cure Palliative. È consigliera della Società Italiana di Cure Palliative Regionale.