Rinnovata la struttura all’interno, a conclusione dei lavori di riqualificazione finanziati dall’Azienda USL di Ferrara per un valore complessivo di 495mila euro. Lunedì 11 la riapertura effettiva

L’Ospedale di Comunità (Osco) di Copparo torna operativo e accoglie i primi pazienti ricoverati nella rinnovata struttura all’interno della Casa della Salute “Terre e Fiumi” di Copparo, a conclusione dei lavori di riqualificazione finanziati dall’Azienda USL di Ferrara per un valore complessivo di 495mila euro.

La riapertura effettiva, con la ripresa delle attività in totale sicurezza e comfort per pazienti e operatori, è avvenuta questa settimana, lunedì 11 luglio, con il ricovero dei primi due pazienti, uno dal territorio e uno in dimissione dall’ospedale. 

L’Osco potrà ospitare i pazienti in stanze confortevoli tutte dotate di bagno. Il reparto di degenza territoriale prevede la presenza di infermieri e operatori sociosanitari 24 ore su 24, con assistenza medica garantita dai medici di medicina generale e dai medici di continuità assistenziale, con il supporto degli specialisti della Casa della Salute. 

È destinato al ricovero programmato, su richiesta del medico di medicina generale, dal domicilio, o di un reparto ospedaliero in dimissione, dopo apposita valutazione della Centrale di Dimissione e Continuità Assistenziale sui criteri di ingresso, quando non è possibile il ritorno al domicilio per il paziente. Il ricovero è in media di 15 giorni, fino ad un massimo di 21 giorni.