Incidenza dei contagi poco sopra i 600 casi ogni 100mila abitanti, fra questi il 94% è asintomatico

Mentre l’Italia si appresta ad avviare le procedure, da oggi mercoledì 13 aprile, per la somministrazione della quarta dose anche agli over 80 e ai fragili dai 60 anni, resta abbastanza stabile la situazione dei contagi da Coronavirus nel ferrarese.

Il punto sui contagi 

Il virus non molla la presa – ha sottolineato Roberto Bentivegna, dir. Medica di Distretto,  nell’ultima puntata del format web settimanale a cura di Ausl Fe, Salute Focus Ferrara –: a Ferrara non aumenta in maniera importante per fortuna, ma un lievissimo aumento c’è“. L’incidenza si attesta poco sopra i 600 casi ogni 100mila abitanti mentre i positivi totali in tutta la provincia a ieri (lunedì, ndr) erano 4.835. “Va detto -, ha aggiunto Bentivegna –, che di questi il 94% sono asintomatici, e del restante 6% con sintomi una piccola parte necessita di ricovero. Tuttavia è una quota che comunque mette in difficoltà gli ospedali che vedono i 120 posti letto disponibili Covid (senza parte pediatrica) completi, mentre ci sono 2 posti letto in terapia intensiva. Ormai, assistiamo ad un equilibrio giornaliero tra dimissioni ed ingressi che permette di gestire la situazione.” 

Al via la quarta dose 

È in partenza una nuova fase vaccinale con la quarta dose per over 80 e over 60 fragili. In provincia di Ferrara – ha spiegato Bentivegna – sono circa 43mila persone, se si esclude chi dopo il booster ha avuto infezione il numero scende a 40mila. L’azienda -, ha aggiunto ancora –, è pronta per poter dare avvio anche a questa fase con la macchina che si è ampiamente rimessa in moto. Prevediamo di concludere questa fase della campagna vaccinale in circa un mese e mezzo”.