Dopo l’incremento di 22 posti di lunedì scorso, ieri aggiunti 12 posti letto in degenza ordinaria non intensiva. Ad oggi sono 106 i posti letto destinati ai pazienti Covid

Visti i crescenti ricoveri di pazienti affetti da Covid, presso l’Azienda Ospedaliero Universitaria di Ferrara, dopo l’incremento di 22 posti letto attivati lunedì 6 dicembre, la Direzione del Sant’Anna ha convertito, a partire da ieri, sabato 11 dicembre, ulteriori 12 posti letto di degenza ordinaria non intensiva per pazienti Covid. 

Ad oggi, dunque, la dotazione dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara è di 106 posti letto destinati a pazienti Covid (sia adulti che pediatrici) comprensivi dei letti dedicati al ricovero in Terapia Intensiva (attualmente completamente occupata da pazienti ad alta intensità assistenziale) 

“Un numero di pazienti,  in costante aumento, che si riescono ad assistere nei reparti di degenza non intensivi, grazie  all’incessante attività dei medici appartenenti alle specialità direttamente coinvolte (internisti, pneumologi e infettivologi), e anche grazie alla fattiva collaborazione dei medici di tutti gli altri dipartimenti (chirurgici e non) dell’Azienda Ospedaliera” è la dichiarazione della Dottoressa Elda Longhitano – Direttore Sanitario del Sant’Anna di Ferrara.