Letto di ospedale (foto repertorio Shutterstock.com)

Salvaguardate le urgenze, gli interventi non procrastinabili e gli interventi per patologia oncologica prioritari

In considerazione del rapido peggioramento dello scenario epidemiologico, dell’aumento costante e sostenuto osservato nelle ultime settimane, del numero di ricoveri di pazienti con patologia Covid-19, la Regione Emilia-Romagna ha previsto che da lunedì 8 marzo e sino all’instaurarsi di scenari epidemiologici più favorevoli, la sospensione delle attività di ricovero programmate procrastinabili in tutte le Aziende sanitarie della Regione Emilia-Romagna.
Sono salvaguardate le urgenze e gli altri interventi non procrastinabili quali i trapianti d’organo e gli interventi per patologia oncologica prioritari.
Tale provvedimento viene esteso alle attività di ricovero libero-professionali in tutte le Aziende sanitarie.