Vaccinazioni, infermiera

7 gli uffici dell’organizzazione agricola dislocati nella provincia

Coldiretti Ferrara ha reso nota la disponibilità concordata a livello nazionale per utilizzare anche gli uffici dell’organizzazione agricola, presenti in tutto il territorio, per contribuire ad accelerare la campagna vaccinale. Nella giornata di ieri, martedì 8 marzo, il Presidente ed il Direttore di Coldiretti Ferrara, Floriano Tassinari e Alessandro Visotti, hanno incontrato il Prefetto di Ferrara Michele Campanaro, il quale ha registrato con favore la disponibilità di Coldiretti per l’eventuale impiego, a livello provinciale, della logistica territoriale per l’accelerazione del piano vaccinale anti-Covid.

Gli uffici di Coldiretti in Italia sono oltre 1.000, 7 nel territorio ferrarese, e sono il punto di riferimento di 1.5 milioni di agricoltori e dei loro familiari. La disponibilità è emersa dai colloqui del presidente nazionale di Coldiretti, Ettore Prandini, con il Ministro degli Affari Regionali Mariastella Gelmini e quello della Salute Roberto Speranza, nel voler raccogliere con impegno l’appello del nuovo commissario generale Francesco Figliuolo per garantire in tempi rapidi la vaccinazione.

La battaglia contro il virus è ora la priorità numero uno per uscire da una crisi sanitaria, sociale ed economica che deve vedere le forze sociali al fianco delle Istituzioni. Allo stato attuale – informa il direttore Alessandro Visotti – sono stati avviati contatti con la Protezione Civile, con l’elenco dei nostri uffici quali potenziali punti di vaccinazione. Attendiamo i necessari sopralluoghi per le verifiche di competenza e la successiva organizzazione del servizio, comprese le dotazioni necessarie di idonei frigoriferi per la conservazione delle dosi e di farmaci per la gestione di eventi emergenziali”.