Personale medico (foto repertorio Shutterstock.com)
Personale medico (foto repertorio Shutterstock.com)

Il sindaco, Saletti: “Si parte con 40 vaccinazioni al giorno, da marzo saranno 80

Nel giorno in cui viene somministrata la prima dose di vaccino presso la Casa della Salute “Borselli”, la Città di Bondeno si apre alla ricerca di medici e infermieri in pensione che vogliano mettere a disposizione la loro esperienza per la collettività.

Diffondiamo questa notizia certi che la comunità matildea saprà rispondere attivamente all’appello – sono le parole del sindaco Simone Saletti –. Oggi è stata somministrata la prima dose, grazie a una postazione attiva presso la Casa della Salute dalle ore 14 alle ore 20 che può arrivare attorno alle quaranta vaccinazioni giornaliere, mediamente una ogni 10 minuti. Quando gli utenti torneranno per il richiamo, le postazioni attive a Bondeno saranno due, consentendo al personale di svolgere circa ottanta vaccinazioni quotidiane“.

I medici e gli infermieri che fossero interessati a rispondere positivamente alla richiesta verranno inquadrati mediante contratto di volontariato con l’Azienda Usl di Ferrara. Il contratto prevedrà un rimborso spese e le coperture assicurative a carico della Usl.

Ricordo nuovamente – chiosa il sindaco – che possono già prenotare la vaccinazione tutti gli uomini e le donne di età maggiore o uguale a 85 anni. La prenotazione si può effettuare presso qualsiasi farmacia, presso il Cup della Casa della Salute, presso l’accettazione della Medicina di Gruppo e online mediante il fascicolo sanitario elettronico“. La Casa della Salute “Borselli” dispone di entrambi i sieri Pfizer e Moderna, ed è dotata di tutta l’attrezzatura necessaria per sopperire a qualsiasi malessere anche non derivante dalla vaccinazione. Infine, dal 1° marzo potranno accedere al vaccino tutti i nati tra il 1937 e il 1941 (estremi inclusi).