Inseriti nel conteggio odierno i dati di Ferrara non registrati ieri. Due decessi nei giorni scorsi

Sono stati registrati oggi due decessi nella provincia di Ferrara legati a Covid-19. Venerdì 6 novembre è scomparsa, all’ospedale di Cona, un’anziana di 95 anni residente a Ferrara e che era ospite della Residenza Paradiso di Ferrara; mentre sabato 7 è deceduto un uomo di 82 anni residente a Ferrara. Entrambi presentavano pregresse patologie.
Dall’inizio dell’epidemia ad oggi sono 218 le persone decedute nel ferrarese, tra cui 13 erano residenti fuori provincia e 1 fuori regione. Le morti a Ferrara e provincia sono 204, tra cui 87 erano le persone ospiti in strutture residenziali.

Sono 229 i nuovi contagi da Covid-19 nella provincia di Ferrara, nell’aggiornamento di oggi, martedì 10 novembre 2020, sulla situazione epidemiologica legata a Covid-19 emanato dal Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda Usl e dalla Direzione Medica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara. Il numero di casi positivi di oggi contiene anche i casi risalenti a ieri che per un problema tecnico non erano stati registrati: 100 positivi sono dunque da riferire alla giornata di ieri, lunedì 9 novembre. Su 585 tamponi refertati negli ultimi due giorni sono risultati positivi 9 residenti di Argenta, 1 di Bondeno, 39 di Cento, 1 di Codigoro, 18 di Comacchio, 89 residenti di Ferrara, 9 di Fiscaglia, 5 di Goro, 6 di Lagosanto, 1 di Mesola, 1 di Ostellato, 11 di Poggio Renatico, 1 di Portomaggiore, 5 di Riva del Po, 8 di Terre del Reno, 5 di Tresignana, 6 di Vigarano Mainarda, 1 di Voghiera e 13 residenti fuori dalla provincia estense.
Fra i nuovi casi, 9 provengono da focolai già noti, 3 sono casi importati dall’estero e 220 sono casi sporadici dove non è stato possibile verificare il tracciamento. Fra i 229 nuovi casi 208 casi sono asintomatici (35 individuati con il sistema del contact-tracing, 1 da screening sierologico, 9 attraverso screening su specifiche categorie d’interesse, 1 con un test pre ricovero, 162 non noto) e 21 casi sono sintomatici. 
L’età media dei nuovi positivi è, in provincia di Ferrara, 45.6 anni.

All’ospedale di Cona, nella giornata di ieri 9 novembre, si sono registrati 12 nuovi ricoveri di pazienti positivi a Covid-19; si tratta di 1 residente di Codigoro, 8 di Ferrara, 1 di Fiscaglia e 1 residente fuori provincia. Inoltre 1 residente di Comacchio è stato ricoverato in terapia intensiva.
Al momento, a Cona, sono ricoverati 18 pazienti nel reparto di malattie infettive riservato a Covid positivi (0 i posti letti disponibili nel reparto), 15 sono i pazienti positivi al virus attualmente ricoverati nel reparto di pneumologia riservato al Covid (1 i posti letti ancora disponibili), 15 pazienti si trovano ricoverati in terapia intensiva (0 posti letto disponibili), 24 pazienti si trovano nel reparto di degenza dedicato a Covid (0 i posti letto ancora disponibili), infine, 23 pazienti si trovano nel secondo reparto di degenza di medicina di coorte (1 i posti letto ancora disponibili). Complessivamente all’ospedale S. Anna sono ricoverati 95 pazienti. All’ospedale del Delta invece, su 68 posti letto disponibili suddivisi in due reparti, si trovano 49 pazienti positivi a coronavirus. All’ospedale di Cento sono invece ricoverati 38 pazienti positivi a Covid-19 (6 i posti liberi dedicati).
Sempre nella giornata di ieri dall’ospedale di Cona sono stati dimessi 8 pazienti, si tratta di due donne residenti a Ferrara, rispettivamente di 52 e 84 anni, un uomo di 32 anni residente in Nigeria, due uomini residenti a Poggio Renatico di 79 e 69 anni, un uomo di Riva del Po di 88 anni e una donna di 42 anni residente a Galliera.

Ieri, lunedì 9 novembre, sono stati dichiarati “clinicamente guariti”, hanno avuto cioè un doppio tampone con esito negativo, 23 residenti della provincia di Ferrara, nel dettaglio 2 residenti di Cento, 1 di Comacchio, 10 di Ferrara, 1 di Fiscaglia, 1 di Jolanda di Savoia, 1 di Masi Torello, 2 di Ostellato, 2 di Poggio Renatico, 1 di Portomaggiore e 2 di Tresignana.

Nelle ultime 24 ore sono stati posti in isolamento domiciliare 197 residenti della provincia: 5 di Argenta, 17 di Bondeno, 21 di Cento, 11 di Comacchio, 5 di Copparo, 68 di Ferrara, 1 di Fiscaglia, 32 di Goro, 7 di Jolanda di Savoia, 4 di Lagosanto, 7 di Poggio Renatico, 3 di Riva del Po, 2 di Terre del Reno, 11 di Tresignana e 3 di Voghiera. Si tratta di persone che sono state a contatto con una persona Covid positiva (o che rientrano dall’estero) ma non hanno ancora fatto il tampone e non hanno sintomi. Sono invece 246 i casi usciti dall’isolamento domiciliare o dalla sorveglianza attiva nell’ultima giornata (4 ad Argenta, 7 a Bondeno, 20 a Cento, 1 a Codigoro, 17 a Comacchio, 3 a Copparo, 123 a Ferrara, 3 a Fiscaglia, 12 a Goro, 3 a Jolanda di Savoia, 2 a Lagosanto, 1 a Masi Torello, 2 a Mesola, 5 a Ostellato, 4 a Poggio Renatico, 24 a Portomaggiore, 1 a Riva del Po, 6 a Tresignana, 5 a Vigarano Mainarda e 3 a Voghiera).

Fra i dipendenti dell’ospedale S. Anna di Ferrara 26 dipendenti risultano attualmente positivi a Covid-19.

In provincia di Ferrara, dall’inizio della pandemia ad oggi, i casi positivi a Covid-19 sono stati 3607, di cui 117 residenti fuori dalla provincia estense.

Aggiornamento regionale

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 75.855 casi di positività, 2.430 in più rispetto a ieri, su un totale di 22.539 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. Questo dato comprende i 100 casi riferiti a ieri e relativi a Ferrara, non contabilizzati a causa di un problema al sistema informatico (come riportato nel bollettino di ieri).

La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è oggi del 10,8%, in netto calo rispetto a ieri (16,2%).

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, sono 829 gli asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 337 persone erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 430 sono state individuate nell’ambito di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 45,6 anni. 

Su 1.251 asintomatici, 421 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 59 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 15 con gli screening sierologici, 11 tramite i test pre-ricovero. Per 745 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province dell’Emilia-Romagna vede Modena con 638 nuovi casi; a seguire Bologna (284), poi Reggio Emilia (282), Ferrara (229, di cui 100 riferiti al giorno precedente), Rimini(212), Ravenna (182), Piacenza (153), Parma (148), il circondario di Imola (115), Cesena (100) e Forlì (87).

Questi, dunque, i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione. 

I tamponi effettuati sono stati 22.539, per un totale di 1.763.487. A questi si aggiungono anche 3.718 test sierologici. 

I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 41.780 (2.157 in più di ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 39.545 (+2.065 rispetto a ieri), quasi il 95% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 21 nuovi decessi: 9 in provincia di Modena, e precisamente una donna di 87 anni e 8 uomini (63, 78, 79, 80, 82, 89 e due 87enni). Cinque i decessi tra Parma città e provincia(una donna di 80 anni e quattro uomini, di cui due 74enni e gli altri di 87 e 90 anni); 3 in provincia di Piacenza (una donna di 92 anni e due uomini, rispettivamente di 78 e 90 anni);2 in quella di Ferrara (una donna e un uomo, rispettivamente di 95 e 82 anni), uno a Bologna nell’imolese (una donna di 93 anni) e uno in provincia di Forlì-Cesena (Cesenatico, una donna di 89 anni). Dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus, in Emilia-Romagna i decessi sono complessivamente 4.845.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 215 (+11 rispetto a ieri), 2.020 quelli in altri reparti Covid (+81).   

Sul territorio, le persone ricoverate in terapia intensiva sono così distribuite: 11 a Piacenza (-2 rispetto a ieri), 18 a Parma (-2), 18 a Reggio Emilia (+1 rispetto a ieri), 41 a Modena (+4), 65 a Bologna (+2), 6  a Imola (+1), 13 a Ferrara (invariato), 12 a Ravenna (invariato), 6 a Forlì (+3), 5 a Cesena (+1) e 20 a Rimini (+3).

Le persone complessivamente guarite salgono a 29.230 (+252 rispetto a ieri). 

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella i cui è stata fatta la diagnosi: 8.648 a Piacenza (+153 rispetto a ieri, di cui 49 sintomatici), 7.205 a Parma (+148, di cui 95 sintomatici), 11.552 a Reggio Emilia (+282, di cui 239 sintomatici), 12.563 a Modena (+638, di cui 285 sintomatici), 14.973 a Bologna (+284, di cui 102 sintomatici), 1.505 casi a Imola (+115, di cui 73 sintomatici), 3.608 a Ferrara (+229, di cui 21 sintomatici), 4.355 a Ravenna (+182, di cui 105 sintomatici), 3.047 a Forlì (+87, di cui 61 sintomatici), 2.355 a Cesena (+100, di cui 67 sintomatici) e 6.044 a Rimini (+212, di cui 82 sintomatici).

In seguito a verifica sui dati comunicati nei giorni passati sono stati eliminati 7 casi (2 Modena, 2 Bologna, 1 Ferrara, 2 Cesena) in quanto giudicati non casi Covid-19.