Un'immagine dell'edizione 2016 del Ferrara Buskers Festival

Fino a domenica 29 agosto previsti una media di 18 spettacoli quotidiani. Per accedere al festival necessario il biglietto

Dalla giornata di oggi, mercoledì 25, e fino al 29 agosto si svolgerà la 34ma edizione consecutiva del Ferrara Buskers Festival® con il payoff “Torniamo a respirare”, nel rispetto per la natura e nella ricerca di arte e cultura. Quest’anno il festival avrà luogo cornice di Parco Massari.

Ieri, 24 agosto, la tradizionale anteprima a Comacchio, anticipazione dell’evento di Ferrara.

Si parte questo pomeriggio alle 18,30 con il taglio del nastro, al Padiglione di arte contemporanea, della mostra degli artisti di strada. A seguire, a parco Massari, il benvenuto del fondatore della rassegna, Stefano Bottoni, con un omaggio al pubblico in musica. Alle 21 è atteso lo spettacolo – con accesso gratuito e su prenotazione – del comico Paolo Rossi, accompagnato da “I virtuosi del Carso”.

“Il Festival ha cambiato modalità – racconta il sindaco Fabbri –, per necessità legate alle normative Covid, reinventando se stesso per continuare a offrirsi al pubblico, addirittura potenziando l’offerta. Anche questo è il segno della capacità di riprogettare eventi – sia eventi storici e che di nuova creazione – alla luce dell’attuale situazione. Eventi che sono il motore della ripartenza. L’arte, e in questo caso specifico l’arte di strada, resiste, per continuare a diffondere il piacere del suo godimento, in piena sicurezza. Di grande valore anche l’iniziativa e il pensiero rivolti all’Afghanistan, dove si sta consumando una situazione drammatica che interpella tutti.
Sono segnali significativi, soprattutto in questi tempi. Grazie a chi ci ha creduto, grazie all’anima storica del Ferrara Buskers Festival Stefano Bottoni, alla presidente Rebecca Bottoni, alla project manager Erika Sarson e a tutto lo staff. Ferrara c’è e continua ad esserci, con appuntamenti di forte richiamo regionale, nazionale e internazionale
“.

Il Festival, alla luce della situazione in Afghanistan ha lanciato un’iniziativa di supporto alla Fondazione Pangea, che, tra le altre cose, opera a Kabul dal 2003 con progetti rivolti a donne e bambini. Alla Fondazione andrà parte del ricavato della vendita dei biglietti.

Nei quattro giorni successivi all’inaugurazione di domani (da giovedì 26 agosto a domenica 29 agosto), sono previsti una media di 18 spettacoli quotidiani, nei 4 ettari circa di area verde dello storico parco cittadino. L’edizione 2021 – oltre alla nuova location – si arricchisce di spazi per le famiglie, laboratori per bambini (che fino a sette anni entrano gratis), aree gioco, iniziative a loro dedicate, spettacoli di giocolieri. E poi gli stand gastronomici, anche con un settore dedicato alla cucina vegetariana e uno alla pizza. Lo slogan del Festival, “torniamo a respirare” accompagnerà l’intero evento, evento che aderisce alla campagna per il clima e contro l’inquinamento esibendo il logo dell’ape, elemento fondamentale per la diffusione della biodiversità.

Qui il programma del Ferrara Buskers Festival. Da questa pagina è possibile vedere il programma di ogni giornata e scegliere il biglietto di quella che si preferisce. I biglietti sono disponibili.

Accesso e Green Pass

Per partecipare al Festival in quanto evento di pubblico spettacolo (D.L. 105 del 23/07/21) è necessario il Green Pass, sarà dunque necessario avvalersi di una delle seguenti opzioni:

  • almeno una dose di vaccino;
  • un tampone (rapido o molecolare) negativo entro le 48 precedenti;
  • essere guariti dal Covid 19 entro i 6 mesi dell’evento.

Con il partner del festival SYNLAB, è possibile effettuare un tampone molecolare con una scontistica dedicata, presentando il biglietto del Festival. Trovi le sedi SYNLAB qui.