Giorno del ricordo 2021 Copparo

Domani all’inaugurazione presente Flavio Rabar, presidente dell’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia

Il Comune di Copparo celebrerà domani, mercoledì 10 febbraio, il Giorno del Ricordo, istituito nel 2004 ‘al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale’.

Pur con le limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria, l’ingresso nella zona gialla ha consentito di realizzare la mostra documentale ‘Giorno del Ricordo. Frammenti dall’Istria e dalla Dalmazia’, a cura del Comitato Provinciale di Ferrara dell’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia. L’esposizione, allestita al Museo La Tratta, sarà inaugurata mercoledì 10 febbraio, alle 9.30: al taglio del nastro sarà presente, insieme al sindaco Fabrizio Pagnoni e alle autorità civili e militari, Flavio Rabar, presidente ferrarese dell’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia.
La mostra rimarrà a Copparo fino al 10 marzo e, grazie alla gestione dagli Archeologi dell’Aria APS e dell’Associazione Storia in Grigio-Verde, sarà aperta il giorno inaugurale e tutti i venerdì dalle 10 alle ore 11.30 e dalle 16.30 alle 18 (per informazioni 338 3188668).

«Questa ricorrenza ci aiuta a comporre e ricomporre la storia bellica e post bellica, caratterizzata dalla tragedia dei totalitarismi – spiega Pagnoni –. Ci impegniamo a ricordare e analizzare una pagina del Novecento troppo spesso, quando non colpevolmente, dimenticata e segnata da violenze, rappresaglie, esecuzioni, come quelle tristemente portate alla luce delle foibe, e dal drammatico esodo di trecentocinquantamila italiani profughi. Auspico che le scuole del nostro territorio possano, ovviamente in sicurezza, approfittare di questa occasione per approfondire quegli eventi che hanno segnato profondamente tante persone e il nostro Paese».