pompe di benzina

Stop deciso da Fegica e Figisc Confcommercio “in favore degli automobilisti”, ma resta la mobilitazione contro il Governo

È stato revocato il secondo giorno di sciopero dei benzinai, in corso dalla serata di ieri, martedì 24 gennaio, e che avrebbe dovuto protrarsi fino a domani.

Come riportato dalla stampa nazionale, le sigle sindacali che avevano indetto la protesta, Fegica e Figisc Confcommercio, hanno diffuso una nota per revocare la seconda metà della stessa “in favore degli automobilisti, non certo del governo”.

La decisione è arrivata dopo l’incontro al ministero delle Imprese e del Made in Italy, ma gli attriti con il Governo rimangono, con i sindacati che sottolineano: “la mobilitazione resta in piedi”, nonostante la revoca del secondo giorno di sciopero