Gruppo locale di Terziario Donna Confcommercio
da sx: Davide Urban (direttore generale Ascom Ferrara), Elisabetta Gallani, Simona Salustro (neopresidente Terziario Donna), Giulio Felloni (presidente provinciale Ascom Confcommercio), Carlotta Marzola, Paola Bertelli, Annalisa Busi, Paola Gallanti, Eleonora Taddia, Federica Sandri.

La neo presidente è l’imprenditrice centese Simona Salustro

Si è costituito oggi, lunedì 15 febbraio, a Ferrara il Gruppo locale di Terziario Donna Confcommercio. La neo presidente è Simona Salustro, imprenditrice centese che opera nel settore dell’intrattenimento con tre cinema multisala in città e provincia (Apollo a Ferrara, Cinepark Cento e Cinepark Comacchio).

La Salustro sarà affiancata, per i prossimi cinque anni, da una squadra di imprenditrici: Paola Bertelli (Copparo – tessile abbigliamento), Annalisa Busi (Ferrara – tessile abbigliamento), Elisabetta Gallani (Ferrara – tessile abbigliamento), Paola Gallanti (Lido di Pomposa – ristorazione e turismo), Carlotta Marzola (Ferrara – immobiliare), Eleonora Taddia (Ferrara – tessile abbigliamento).
A questo Consiglio verrà affiancata Federica Sandri con una delega specifica sulle Libere Professioni.

Voglio formulare un caloroso augurio a Simona – commenta Giulio Felloni, presidente provinciale di Ascom Confcommercio Ferrara –, il cui entusiasmo e passione saranno importanti per affrontare questo momento: Terziario Donna così come i Giovani Imprenditori nella strategia di Confcommercio rappresentano quel significativo volano di cui abbiamo bisogno per incrementare gli spunti innovativi e concreti per supportare sviluppo ed occupazione nel Commercio, Turismo e Servizi. L’imprenditoria femminile rappresenta peraltro una quota assolutamente significativa nel sistema economico“.

A Ferrara e provincia nell’anno 2020 le imprese gestite da donne rappresentano il 23,1% del totale (in valore assoluto oltre 7mila, 7.144). Tale percentuale supera la media regionale (21,2%) e nazionale (22,6%), nonostante le numerose chiusure (523 nel 2020) che rimangono in linea con il dato 2019, quando furono 559.
Le attività delle imprenditrici in particolare si concentrano in alcuni ambiti: il 24,6% opera nel settore del commercio, il 19,8% nel settore agricolo. A seguire si trovano altre attività di servizi (13,8%), i servizi di alloggio e ristorazione (11,5%) e le attività manifatturiere (6,2%).  Le imprese giovanili, pur rappresentando più di un quarto del totale delle iscrizioni (27,1%) e appena l’11,1% delle chiusure complessive, riducono la loro consistenza passando dalle 2.305 attive nel 2019 alle attuali 2.267 (38 in meno, riduzione più contenuta rispetto allo scorso anno quando si era registrata una contrazione di -103 unità).
Le attività delle imprese giovanili in particolare si concentrano in alcuni ambiti: il 24,4% nel settore primario (specialmente nella pesca) e il 22,5% opera nel commercio. A seguire troviamo le costruzioni (11,6%), i servizi di alloggio e ristorazione (11,5%), i servizi alla persona (6,4%) e i servizi alle imprese (4,5%). La manifattura si ferma al (4,1%).    

Mi aspetta – aggiunge la neo presidente Salustro – un periodo particolarmente impegnativo quanto stimolante. E’ un tempo complesso a causa dell’emergenza sanitaria che deve spingerci a trovare nuovi percorsi e le imprenditrici hanno questa capacità di adattamento e flessibilità. Intendo valorizzare le nostre colleghe che in tutti settori si distinguono e che possono essere di esempio e stimolo con le loro esperienze professionali“. 

La Salustro è attualmente presidente provinciale del Gruppo Giovani di Confcommercio di Ferrara ed è vicepresidente nazionale dei Giovani Imprenditori del sistema Confederale.  Siede all’interno del Cda della fondazione Teatro “Borgatti” a Cento. 

Il Gruppo Terziario Donna, all’interno di Confcommercio, è nato nel 1993 ed a livello nazionale è guidato da Patrizia Di Dio. Rappresenta circa 250mila imprese in rosa dislocate in 70 organizzazioni territoriali. Terziario Donna è nato in Emilia Romagna nel 2017 ed è retto da Donatella Bellini.