interno ristorante (foto repertorio Shutterstock.com)
foto di repertorio Shutterstock.com

Da domani ristoranti e pizzerie potranno svolgere servizio in favore dei lavoratori di aziende che instaurano chiari rapporti contrattuali con gli stessi esercizi

Un ottimo risultato quello conseguito da Fipe Confcommercio. Da domani, martedì 26 gennaio, sarà infatti consentivo ai pubblici esercizi (ristoranti e pizzerie….) il servizio di mensa su base contrattuale. Questa è  la sintesi di un importante chiarimento del Ministero dell’Interno arrivato proprio in queste ore. Un risultato che è il frutto del lavoro congiunto di Ascom e  Fipe Confcommercio.

Si tratta di un risultato sul quale come Fipe eravamo impegnati da tempo – spiega Matteo Musacci presidente regionale per la Federazione dei Pubblici Esercizi – ovviamente si tratta di un risultato importante ma non risolutivo per lo stato della ristorazione. Normalità che potrà tornare solo con un  piano di riaperture organiche e stabili“. Da parte di Giulio Felloni, presidente provinciale di Ascom Confcommercio si sottolinea come “Ci  siamo già attivati per realizzare specifici contratti che permettano alle imprese associate di poter usufruire dei servizi di ristorazione. Si tratta di un’opportunità significativa per ridare fiato al settore“. 
In pratica all’interno dei pubblici esercizi dell’attività di ristorazione sarà possibile lo svolgimento del servizio mensa in favore dei lavoratori di aziende che instaurano chiari rapporti contrattuali con gli stessi esercizi; questo è consentito nel rispetto delle misure di contenimento del rischio di contagio e delle norme vigenti in tema di attività produttive.