locale chiuso (foto repertorio Shutterstock.com)

Il bando è promosso attraverso la Camera di Commercio ed eroga contributi a fondo perduto a sostegno degli esercizi colpiti dalle limitazioni e dalle chiusure

E’ stato approvato nei giorni scorsi dalla Giunta dell’Emilia Romagna lo schema di convenzione tra la Regione ed UnioCamere per il trasferimento a quest’ ultima di oltre 21 milioni di euro per la realizzazione di bandi territoriali per l’erogazione di contributi a fondo perduto a sostegno di Pubblici Esercizi (bar, ristoranti…), colpiti duramente dalle limitazioni e dalle chiusure imposte dall’emergenza sanitaria. 

Si tratta di una boccata d’ossigeno e di fiducia – commenta  Davide Urban, direttore generale di Ascom Confcommercio Ferrara – preziose per il settore della ristorazione che sta vivendo mesi di pesanti sacrifici. “Pronto Ascom”, il nostro servizio dedicato all’emergenza è a disposizione nella nostra sede in città per fornire tutte le informazioni del caso (telefonando al 0532.234234 o scrivendo [email protected]). Si tratta di un’opportunità da cogliere al volo e frutto di un lavoro continuo e forte di Fipe Confcommercio“.  

Il bando, promosso attraverso la Camera di Commercio, si aprirà mercoledì 20 gennaio e sarà riservata alle attività di ristorazione già attive in regione prima del novembre 2020 (codici ATECO primari sono il 56.10.11 od il 56.30.00) ed ovviamente ancora in funzione – che hanno subito nel periodo tra il 1° novembre ed il 31 dicembredel 2020 un calo di fatturato medio pari o superiore al 20% rispetto allo stesso periodo del 2019. 
Per le nuove imprese nate nel corso del 2020 l’erogazione del contributo, una tantum, avverrà a prescindere dal calo di fatturato. L’invio delle domande avverrà su apposita piattaforma telematica ed il suggerimento è quello di preparare con anticipo i bilanci aziendali 2019/2020 e di dotarsi della firma digitale per la corretta presentazione delle istanze. Il bando è previsto a chiusura il 17 febbraio 2021.