Il bando Unioncamere scade il 13 luglio

Scade lunedì 13 luglio il termine per il bando Unioncamere che assegna contributi da 3mila a 20mila euro

Ancora pochi giorni per presentare le domande di partecipazione al bando regionale Digital Export che prevede la concessione di contributi per circa un milione di euro alle imprese emiliano-romagnole. Il termine scade infatti lunedì 13 luglio alle ore 16. Il bando rappresenta una iniziativa concreta con cui il sistema Camerale emiliano-romagnolo e la Regione Emilia-Romagna confermano per il 2020 le azioni di sostegno a percorsi di internazionalizzazione per le aziende del territorio con l’obiettivo rafforzare la capacità delle imprese di operare sui mercati internazionali, assistendole nell’individuazione di nuove opportunità di business. L’iniziativa finanzia, tramite l’utilizzo di contributi a fondo perduto, progetti di promozione su uno o più mercati esteri, da identificare chiaramente nella domanda di contributo, attraverso servizi di consulenza esterna, supportando in maniera prioritaria le imprese che già esportano abitualmente o occasionalmente.

Attività ammissibili

Le attività ammissibili per l’ottenimento del contributo sono: formazione, assessment, temporary export manager (TEM) e digital export manager (DEM), marchio, certificazioni, incontri b2b, fiere e convegni, marketing digitale, business online, sito web aziendale, materiale promozionale.  L’arco temporale per la realizzazione delle iniziative va dal 1 gennaio al 31 dicembre 2020.

Soggetti beneficiari

Le imprese destinatarie del bando devono avere sede legale e/o sede operativa attiva in Emilia-Romagna e un fatturato minimo di 300mila euro, così come desunto dall’ultimo bilancio disponibile. Potranno fare richiesta le imprese di micro, piccola e media dimensione, manifatturiere (classificazione Istat Ateco 2007 – sezione C divisioni dalla 10 alle 33 codice primario e/o secondario) e altresì imprese attive nei servizi di informazione e comunicazione (classificazione Istat Ateco 2007 -sezione J divisione 62) e in attività professionali, scientifiche e tecniche (classificazione Istat Ateco 2007-sezione M divisioni 71, 72 e 74).

I contributi erogabili

Il contributo minimo è fissato in 3 mila euro (a fronte di spese complessive pari a 6.000 euro). Il contributo massimo è di 20 mila euro (per spese complessive di 40.000 euro). Il finanziamento sarà concesso, a saldo, a fondo perduto nella misura del 50% delle spese ammissibili. Maggiori dettagli nel bando disponibile sul sito di Unioncamere Emilia-Romagna www.ucer.camcom.it. La domanda di contributo può essere presentata esclusivamente in modalità telematica tramite il sito http://webtelemaco.infocamere.it sezione “Servizi e-gov” alla voce “Contributi alle Imprese”. Per informazioni: Unioncamere Emilia-Romagna e-mail: [email protected]