Presentata la 59^ edizione di Musica Pomposa
Nella foto l'Abbazia di Pomposa

Da venerdì 21 giugno nel parco abbaziale

Dopo il grande successo registrato fra diversi Paesi europei, approda, il 21 giugno prossimo, nel parco abbaziale di Pomposa, il Balletto di Milano. In occasione della Festa della Musica, la compagnia italiana di fama internazionale, ambasciatrice della danza italiana nel mondo, proporrà una delle proprie coreografie simbolo, La vie ed rose…Bolero”. Lo spettacolo, ad ingresso gratuito, offerto dall’Amministrazione Comunale e dalla Pro Loco di Codigoro, darà il via, in anteprima, alla 59^ edizione della stagione concertistica estiva di MUSICA POMPOSA, promossa, sostenuta e patrocinata dal Comune di Codigoro ed organizzata da Emilia Romagna Festival. La serata rientra nel cartellone di eventi musicali denominato “Sonate al Chiaro di Luna”, organizzato dal Comune di Codigoro (capofila) e dai Comuni di Comacchio, Mesola, Bondeno e Vigarano Mainarda, allo scopo di promuovere la musica lirica in luoghi storici di particolare pregio culturale ed ambientale. La rassegna beneficia dei contributi riconosciuti dalla Legge regionale 21/1994 (e successive modifiche ed integrazioni).

La Festa Internazionale della Musica, proprio laddove quest’arte ha avuto i propri natali, grazie al genio del monaco Guido di Pomposa, coinciderà con l’inizio ufficiale dell’estate. Sul grande palco allestito di fronte al campanile di Pomposa e alla sua millenaria abbazia, venerdì 21 giugno, con inizio alle ore 21.15, si susseguiranno dapprima le coreografie di Adriana Mortelliti, che proprio per La vie en rose, sulle note delle più belle canzoni francesi, ha conseguito il Premio Rieti Danza come miglior coreografa. I testi saranno tutti interpretati da ballerini di primissimo livello. Nel secondo atto, il Balletto di Milano si esibirà sulle note celeberrime del Bolero di Ravel, attraverso una coreografia di straordinario impatto musicale e visivo, capace di suscitare emozioni uniche.

Musica Pomposa, poi, sotto l’egida, del direttore artistico Massimo Mercelli proseguirà giovedì 4 luglio con uno straordinario omaggio a Lucio Dalla e al suo magnifico repertorio musicale senza tempo. Per Peppe Servillo, cantautore, attore, compositore, attore e sceneggiatore fondatore degli Avion Travel, la serata rappresenterà un felice ritorno a Pomposa, dopo la sua esibizione del 2019, dedicata alla musica partenopea. Giovedì 4 luglio, insieme al cantante si esibiranno Javier Girotto (sax soprano e baritono) e Natalio Mangalavite (piano, tastiere e voce). Per l’eccezionale occasione sarà presente anche il Maggiolone cabriolet nero di Lucio Dalla, acquistato da un codigorese trasferitosi a Bologna.

Mercoledì 17 luglio, sempre alle ore 21.15, il parco abbaziale di Pomposa ospiterà un altro grande omaggio ad uno straordinario interprete della canzone italiana, Domenico Modugno. ‘Cosa sono le nuvole’ è il titolo del concerto offerto da un quartetto d’eccezione composto da Anna Maria Castelli (voce), Adrian Fioramonti (chitarra), Thomas Sinigaglia (fisarmonica) e Stefano Rapicavoli (batteria).

Giro di boa, mercoledì 24 luglio, alle ore 21.15, con uno speciale “Galà Lirico” ed un programma concertistico dedicato a Vincenzo Bellini, Gioacchino Rossini, Jacques Offenbach, George Bizet, Camille Saint Saens, Alexander Scriabin, Antonin Dvorak e Leo Delibes. La soprano Elisa Balbo e la mezzosoprano Martina Belli, saranno accompagnate al pianoforte da Davide Cavalli.

Venerdì 2 agosto, saranno le Virtuosistiche Follie de I Filarmonici di Busseto a dominare la scena nel parco abbaziale di Pomposa. Il quartetto composto da Corrado Giuffredi (clarinetto), Giampaolo Bandini (chitarra), Cesare Chiacchieretta (fisarmonica) ed Antonio Mercurio (contrabbasso) eseguiranno un concerto omaggio ad alcuni tra i più grandi compositori di fine Ottocento ed inizio Novecento, da Verdi a Strauss, da Gershwin a Rodrigo, sino a Ravel.

“Il nostro intento – ha sottolineato la sindaca Sabina Alice Zanardi, durante la presentazione della stagione concertistica – è quello di far conoscere, proprio nel luogo in cui è nata la musica mille anni fa, tutti i generi musicali, dalla classica al pop sino al jazz. L’Abbazia di Pomposa è una perla di rara bellezza, riconosciuta dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. Anche e soprattutto attraverso questa rassegna musicale, è nostra intenzione valorizzare e promuovere sempre più uno dei siti tra i più visitati a livello nazionale, che è il fiore all’occhiello del nostro territorio.”

Gran finale, giovedì 8 agosto, sempre con inizio alle ore 21,15, con il concerto di Fabio Furia, uno dei più grandi interpreti internazionali di bondonèon, accompagnato dall’ Anima Musicae Chamber Orchestra Budapest, una delle formazioni strumentali ungheresi di maggior successo. La straordinaria ensemble eseguirà un programma di altissimo spessore con celebri composizioni di Astor Piazzolla e di Petr Il’ic Cajkovskij.

Tutti gli spettacoli della rassegna MUSICA POMPOSA sono AD INGRESSO GRATUITO.