Il Teatro Nucleo festeggio i 50 anni
Nella foto: i componenti del Teatro Nucleo alla fermata della linea 11 in via Nuova, con il manifesto n.50 della mostra

Fino al 6 maggio l’esposizione lungo le fermate della linea 11 come primo evento del progetto

“Storie di Frazioni” è il titolo della mostra diffusa realizzata nell’ambito del progetto per i 50 anni del Teatro Nucleo con sede a Pontelagoscuro. La mostra, inaugurata lunedì 22 aprile, rimarrà visitabile fino a lunedì 6 maggio 2024, lungo le fermate della linea 11.

La mostra ripercorre attraverso 50 fotografie la storia del teatro, dagli albori fino alle più recenti rappresentazioni teatrali esportate in tutto il mondo, celebrando gli spettacoli e i momenti che ne hanno caratterizzato maggiormente la ricerca artistica. Per raccontare il percorso e rendere piena accessibilità ai cittadini, si è scelto di allestire le fotografie lungo gli spazi pubblicitari delle pensiline dove ferma l’autobus della linea 11, che collega la sede operativa del Teatro Nucleo al centro storico di Ferrara.

Ecco così che le foto si installano in spazi urbani, luoghi di attesa, ove è possibile ammirarle e grazie al QR code inserito in ogni manifesto, approfondire le nozioni sulla mostra tramite il link https://www.conlefrazioni.fe.it/it/frazioni-per-tutti/teatro-nucleo-50.

La mostra si inserisce nella rassegna “Storie di Frazioni”, promossa dal Comune di Ferrara, nata con l’obiettivo di valorizzare l’identità delle comunità che animano le frazioni, dando spazio alle realtà presenti e che tutt’ora continuano a investire sul territorio, attraverso un presidio costante e mediante iniziative di carattere sociale e culturale.

“Per il nostro cinquantesimo compleanno abbiamo immaginato – ha spiegato Marco Luciano di Teatro Nucleo – oltre al Festival Rabicano e alle molte altre attività che caratterizzeranno questo anno importante, una mostra fotografica in urbana che si sviluppa sulle pensiline della linea del bus 11 che collega il centro di Ferrara a Pontelagoscuro. Un viaggio metaforico attraverso i volti dei tanti attori e attrici e artisti che hanno fatto con noi la storia del Teatro Nucleo in questi 50 anni. Un viaggio concreto dal centro alla periferia e viceversa, atto anche simboleggiare il tentativo che da sempre il nostro gruppo fa di unire con il teatro il centro e la periferia, le persone e i luoghi, le capitali europee ai piccoli comuni italiani, attraverso questo viaggio continuo che il Teatro ci ha donato come vita. Dedichiamo questa mostra alla nostra cara Cora Herrendorf”.