Inaugurata a Codigoro la mostra
Nella foto alcune opere della mostra Non solo donne

La mostra si compone di una trentina di opere, tra ritratti femminili e maschili, paesaggi, opere di grande forza evocativa

A Codigoro, in un luogo simbolo per eccellenza del sapere, quale è la biblioteca comunale “Giorgio Bassani”, è stata inaugurata questa mattina, la mostra “Non solo donne”, allestita dalle pittrici Laura Colombi ed Antonietta Buldrini.

Attraverso la mostra e attraverso altri, importanti eventi, inseriti nella rassegna legata alla Giornata Internazionale della Donna, l’Assessorato alle Pari Opportunità promuove azioni concrete in direzione di un cambio di passo culturale verso la costruzione di una società fondata pienamente da persone libere ed eguali.

“L’8 marzo è una ricorrenza simbolica che, ogni anno sprona a riflettere sulla condizione femminile – ha dichiarato la sindaca Sabina Alice Zanardi – nel mondo, sulla parità di genere che, in molti Paesi resta ancora un miraggio, mentre in Europa risulta ancora schiacciata da un atavico retaggio culturale, che affonda le proprie radici nel patriarcato. C’è ancora tanta strada da percorrere, per giungere alla piena affermazione dei diritti – ha aggiunto la Prima Cittadina -, delle donne e alla loro emancipazione. La creatività femminile, espressa attraverso questa mostra è uno dei livelli più alti di libertà e piena emancipazione. Ringrazio le artiste, esprimendo loro apprezzamenti e ringraziamenti per l’idea di esporre le loro opere in biblioteca.”

L’Assessora alle Pari Opportunità, Graziella Ferretti, ha sottolineato come “da sempre l’Amministrazione Comunale e l’Udi di Codigoro, che rappresento, sostengono e promuovo i diritti delle donne e le pari opportunità. Dobbiamo fare un lavoro intenso, per superare, anche nelle parole, i discrimini di genere. Non possono più essere solo le istituzioni o le associazioni di volontariato a realizzare il cambiamento. Occorre la formazione, che parta dal basso ed il contributo di tutti. Le donne possono emergere in ogni settore e quello dell’arte esprime la sensibilità femminile, che fa la differenza, capace di mettere in risalto la nostra creatività ed il nostro talento.”

Presenti anche il Vice Sindaco Francesco Fabbri, l’Assessora alla Pubblica Istruzione Simonetta Graziani e rappresentanti del mondo del volontariato.

La mostra si compone di una trentina di opere, tra ritratti femminili e maschili, paesaggi, opere di grande forza evocativa, realizzate con tecnica mista. La mostra potrà essere visitata, ad ingresso gratuito, fino a sabato 6 aprile 2024 (dal lunedì al sabato, dalle ore 9 alle ore 12.30 e martedì, mercoledì e giovedì anche dalle ore 15.30 alle ore 17.30).