Giusy Ferreri (Shutterstock.com)

Esauriti i 1600 posti a sedere in piazza Garibaldi

Superato Ferragosto, a meno di tre settimane dall’inizio del festival culturale e musicale “Scorre”, è andato “sold-out” il concerto di Giusy Ferreri.

Non vi sono dunque ulteriori biglietti disponibili per la talentuosa cantante siciliana, visto che per la serata di domenica 3 settembre è stata raggiunta la capienza massima di Piazza Garibaldi: 1600 posti a sedere. La biglietteria del festival, allestita presso la Pinacoteca Civica (adiacente al Municipio), resterà comunque aperta tutte le mattine dal lunedì al venerdì per distribuire i biglietti dell’Orchestra Toscanini – Next (venerdì 1 settembre ad ingresso gratuito) e dello spettacolo comico di Paolo Cevoli con la partecipazione di Maria Pia Timo (sabato 2 settembre, biglietto unico a 15 euro).

«Siamo soddisfatti del traguardo raggiunto, commentano il sindaco, Simone Saletti, l’assessore alla Cultura, Francesca Aria Poltronieri e l’assessore alla Promozione del territorio, Michele Sartini : per il terzo anno consecutivo siamo in grado di offrire uno spettacolo con un’artista di fama nazionale che sappia attrarre l’attenzione dei nostri cittadini e di tanti curiosi provenienti da fuori Comune. Domenica 3 settembre e le due giornate precedenti saranno ancora una volta memorabili, capaci di offrire bei momenti di socialità e divertimento con un occhio di riguardo alla grande cultura presso la Rocca Possente di Stellata.

In altre parole, sarà una vetrina per il territorio. Invitiamo tutti i bondenesi e gli interessati a passare per la Pinacoteca anche solo per ritirare il pieghevole gratuito con il programma completo della tre giorni». In totale, infatti, l’edizione 2023 di Scorre – il Festival conterà su ben dodici appuntamenti sparsi fra Bondeno capoluogo e Stellata. Il festival è organizzato dal Comune di Bondeno e dall’associazione Promoter Emilia-Romagna, con un contributo della Regione Emilia-Romagna e di Visit Romagna e con la collaborazione del Gruppo Archeologico di Bondeno, dell’associazione Bondeno Cultura, di Avis Bondeno e del Consorzio della Bonifica Burana.