Oggi, lunedì 21 settembre, al cinema Apollo alle 18 proiezione del film documentario Il mio nome è Alzheimer, successivamente si terrà una tavola rotonda con la partecipazione di specialisti della malattia

Una tavola rotonda dedicata all’ampia e crescente diffusione della malattia degenerativa Alzheimer, all’efficacia delle terapie disponibili, alle enormi risorse necessarie per la sua gestione e la proiezione del film documentario Il mio nome è Alzheimer. Sono questi i due momenti ferraresi in programma oggi, lunedì 21 settembre, alle 18 al cinema Apollo (via del Carbone 35), legati nel titolo “Per non perdersi” e scelti in occasione della XXVII Giornata Mondiale dell’Alzheimer. L’appuntamento è organizzato da Lions Club Ferrara Host, in collaborazione con i Lions Club, Santa Maria Maddalena, Ducale, Estense, Diamanti con il supporto di AMA (Associazione Malattia Alzheimer)e si avvale del patrocinio del Comune di Ferrara – Assessorato alle Politiche Sociali e Assessorato alla Cultura.

Alla tavola rotonda, imperniata sulla conoscenza delle problematiche della malattia di Alzheimer e su come affrontare, da parte dei famigliari, la gestione del malato, colpito da una sindrome che continua inesorabilmente a crescere, ma che ancora è troppo poco conosciuta, parteciperanno: Valeria Tugnoli – Direttore della U.O. Neurologica dell’Azienda OspedalieroUniversitaria di Ferrara; Giovanni Zuliani – Professore Ordinario in Medicina Interna, Università di Ferrara; Daniela Gragnaniello – Responsabile del Centro per i Disordini Cognitivi e delle Demenze (CDCD) di Neurologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara; Paola Milani – Psicologa del (CDCD) e del Nucleo Speciale delle Demenze del Centro Servizi alla Persona (ASP); Marcella Liporace – Psicologa dell’Associazione A.M.A. (Associazione Malattia Alzheimer); Paola Rossi: presidente A.M.A. (Associazione Malattia Alzheimer) di Ferrara.

In apertura dell’evento e con la presenza dei registi Raffaella Regali e Antonello Sette, verrà proiettato il film-documentario, da loro diretto, Il mio nome è Alzheimer. Veri protagonisti del film sono i malati, residenti e ospiti diurni del Villaggio Emanuele di Roma, struttura interamente pensata e dedicata ai malati di Alzheimer, che raccontano in prima persona spezzoni di vita, di felicità, di dolore e di speranza. Persone coraggiose che affrontano ogni giorno la perdita della propria storia e della propria identità.

Gli assessori Cristina Coletti e Marco Gulinelli prenderanno parte all’iniziativa. “Come Amministrazione comunale sosteniamo la rete socio sanitaria per dare risposte ai malati e ai familiari – dice l’assessore Coletti -. Ringrazio i Lions e Ama perché iniziative come la giornata mondiale e il docu-film che sarà proiettato aiutano a capire i contorni e le implicazioni di una malattia in forte espansione, che è una sfida da affrontare tutti insieme, unendo competenze e sensibilità per dare le risposte migliori e più puntuali e per non lasciare indietro nessuno“.

Congratulazioni ai registi Raffaella Regali e Antonello Sette per il loro lavoro, di grande impatto nel realismo che esprime – dice l’assessore Gulinelli -. La scelta di dare voce direttamente a chi vive su di sé la malattia trasmette in maniera assai toccante il dolore e la speranza dei protagonisti ed è un efficace strumento per informare e sensibilizzare, un primo passo per affrontare un tema che interpella tutti”.

Nell’occasione verranno presentate le attività che AMA svolge nel territorio ferrarese per portare un reale aiuto ai pazienti e ai familiari e col fine di tradurre in un reale vantaggio gli avanzamenti delle conoscenze scientifiche idonee alla ricerca di una cura della malattia che, purtroppo, non ha ancora avuto compimento e per restituire dignità all’esistenza quotidiana a chi è colpito da questa invalidante patologia.
L’ingresso è libero e per lo stesso saranno adottate tutte le misure di prevenzione COVID-19. È consigliata la prenotazione.
e-mail: [email protected]