Ferrara: la Guardia di Finanza scopre una rilevante evasione fiscale nelle locazioni immobiliari
(Shtterstock.com)

Individuato il proprietario di numerosi immobili affittati in nero

La Guardia di Finanza di Ferrara ha scoperto una rilevante evasione nel settore delle locazioni immobiliari posta in essere da un soggetto, residente da tempo nella provincia estense, che risulta proprietario di 16 immobili ubicati tra Codigoro (Fe) e Adria (Ro).

L’attività condotta dai finanzieri della Tenenza di Codigoro ha tratto origine dall’’analisi dei dati contenuti nelle banche dati in uso al Corpo dai quali risultava che, pur in mancanza di contratti di locazione registrati, alcuni degli immobili oggetto degli approfondimenti erano provvisti di utenze elettriche intestate a soggetti diversi dal proprietario.

I conseguenti accertamenti fiscali hanno permesso di quantificare in oltre 180 mila euro i canoni di locazione percepiti, negli anni dal 2018 al 2023, e non dichiarati dal titolare degli immobili e di segnalare al competente ufficio dell’Agenzia delle Entrate anche l’imposta di registro non versata a seguito della mancata registrazione dei contratti.

L’attività posta in essere dai finanzieri della provincia ferrarese conferma le attenzioni rivolte al contrasto di tale increscioso fenomeno che, specie con riferimento alle locazioni a favore degli studenti e dei lavoratori “fuori sede”, rientra tra le priorità operative del Corpo e dell’Agenzia delle Entrate dell’Emilia Romagna, che hanno costituito un apposito gruppo di lavoro (al quale partecipano anche altri attori istituzionali) che si pone l’obiettivo di individuare i proprietari di case che, sfruttando l’aumentata mobilità delle persone dovuta a motivi di studio o di lavoro e la cronica carenza di immobili destinati alla locazione, si rendono anche inadempienti al pagamento delle imposte sugli ingenti canoni di affitto riscossi.