Perseguitava una nota cantante e la madre residenti a Mesola
Nella foto una pattuglia dei Carabinieri di Mesola

I Carabinieri arrestano un 49enne pregiudicato della zona

Nella mattinata del 20 maggio 2024, i Carabinieri della Stazione di Mesola hanno arrestato un pregiudicato 49enne del posto in esecuzione di una ordinanza emessa dal G.I.P. del Tribunale di Milano applicativa della misura cautelare provvisoria del ricovero presso struttura del servizio psichiatrico ospedaliero.

L’uomo si trovava dallo scorso febbraio agli arresti domiciliari perché ritenuto responsabile di atti persecutori nei confronti di una nota cantante e della madre che avevano sporto denuncia nel luogo di residenza.
Dopo tale provvedimento che prevedeva il divieto di comunicare con qualsiasi mezzo con le vittime che risiedono nella provincia di Milano, l’uomo aveva continuato imperterrito ad inviare loro raccomandate e messaggi whatsapp.

Il Giudice, valutati gli elementi raccolti dalla Procura di Milano, ha deciso di applicare all’uomo, nel frattempo sottoposto anche ad un Trattamento Sanitario Obbligatorio, una misura più afflittiva in attesa di una valutazione circa la sua eventuale infermità mentale. Pertanto nella mattinata odierna i militari lo hanno condotto presso il reparto di psichiatria dell’Arcispedale di Cona ove verrà costantemente piantonato da personale della Polizia Penitenziaria.