Incontro in Prefettura a Ferrara per i lavori Anas sulla bretella Ferrara Porto Garibaldi
Nella foto l'incontro di ieri in Prefettura

Incontro in Prefettura per illustrare i cantieri anche in vista della stagione estiva

Ieri, presso il Palazzo di Governo di Ferrara, si è svolto un COV straordinario, coordinato dal Prefetto Massimo Marchesiello, per condividere con il territorio (il Presidente della Provincia di Ferrara, i sindaci dei comuni interessati, le Forze dell’Ordine e le Associazioni di categoria), il piano delle diverse cantierizzazioni presenti lungo il Raccordo Autostradale “Ferrara – Porto Garibaldi”.
L’obiettivo dell’incontro è stato quello di definire le eventuali ulteriori azioni da intraprendere per il periodo estivo, al fine di minimizzare gli impatti sull’utenza stradale, senza penalizzare la produttività degli interventi di riqualificazione del tracciato, indispensabili per il miglioramento delle condizioni di sicurezza generali.

Di recente sono infatti stati avviati ulteriori interventi di ripavimentazione per un investimento complessivo di oltre 2,8 milioni di euro. Si tratta di lavori che interesseranno principalmente la carreggiata in direzione Ferrara e saranno ultimati entro la metà del mese di giugno. Per eseguire le lavorazioni sarà necessario istituire temporanei restringimenti, per tratte di lunghezza non superiore ai 3 chilometri, esclusivamente nei giorni feriali, preservando i giorni festivi e prefestivi.

I lavori fanno parte del più ampio Piano di riqualificazione del Raccordo che, negli ultimi quattro anni, ha visto un investimento complessivo di circa 30 milioni die euro, di cui circa oltre 26 già realizzati. A questi investimenti si aggiungono altri 5 milioni di euro circa, che sono già stati inseriti nell’ultima proposta di Contratto di programma e saranno avviati successivamente.

Sono circa 40 i chilometri di tracciato che risultano già riqualificati e attualmente gli interventi sono in corso di ultimazione su altri 12 chilometri. Su altri 25 chilometri i lavori saranno presto avviati portando all’80% l’avanzamento complessivo del Piano con la già avvenuta risoluzione delle principali criticità.

Il Piano di riqualificazione, oltre alle pavimentazioni, ha interessato i ponti e i viadotti per oltre 17 milioni di euro, la sostituzione delle barriere di sicurezza per 5,8 milioni di euro, la realizzazione della nuova segnaletica orizzontale e verticale 2,3 milioni di euro e altri 1,5 milioni di opere complementari. Di questi, circa 5 milioni di lavori sono già stati eseguiti e altri 5 sono in corso di esecuzioni, mentre altri interventi sono di prossimo avvio per circa 3,5 milioni di euro.

Tra i principali cantieri attivi è utile segnalare quelli relativi ai viadotti “Campolungo” (km 26,310), il sovrappasso al km 23,400, ed il viadotto “Rovereto” (km 19,876). Per limitare i disagi del traffico estivo i restringimenti attivi su questi cantieri saranno rimossi entro la terza settimana di giugno, ad eccezione di quello relativo al viadotto “Rovereto”, che sarà chiuso entro la seconda settimana di luglio. A meno di un completamento definitivo delle opere le limitazioni saranno riattivate dal mese di settembre. Nelle prossime settimane sarà inoltre necessario avviare la prima fase dei lavori di ripristino del cavalcavia “Pallotta” (km 42,300), danneggiato il 9 aprile scorso dal passaggio di un carico fuori sagoma. Entro giugno sarà eseguito lo smontaggio della parte di impalcato danneggiata.

Lungo l’arteria potranno essere presenti cantieri provvisori per attività ricorrenti, come la manutenzione del verde e la riparazione barriere di sicurezza, cui si darà corso evitando sempre i periodi di massima affluenza estiva.