Le commemorazioni del 25 aprile a Codigoro
Il Sindaco rende omaggio al monumento ai caduti

Diversi momenti commemorativi che hanno toccato tutte le frazioni del Comune di Codigoro

Nella ricorrenza del 79^ anniversario della Festa di Liberazione, come di consueto, si sono svolti, questa mattina, diversi momenti commemorativi, che hanno toccato tutte le frazioni del Comune di Codigoro. In presenza delle autorità civili e militari locali sono state deposte corone di alloro davanti alle lapidi, che ricordano il sacrificio dei martiri della Resistenza.

A Codigoro, in Piazza Giacomo Matteotti e nella cella Ticchioni, all’interno della quale nell’inverno del 1945 fu imprigionato il giovane liceale partigiano, Ludovico Ticchioni, si sono svolte le ultime due cerimonie commemorative. Richiamandosi al discorso del Capo dello Stato, Sergio Mattarella, la Sindaca Sabina Alice Zanardi ha ricordato che “senza memoria non c’è futuro” e che “l’unità nel valore dell’antifascismo è un dovere civico che riguarda tutti, indistintamente.”

A chiusura delle celebrazioni, il corteo si è trasferito nella chiesa di San Martino Vescovo, dove don Marco Polmonari ha celebrato una messa di suffragio.