Serata di follia a Portomaggiore
Nella foto i carabinieri di Portomaggiore (immagine di repertorio)

Arrestato un uomo di origini pakistane domiciliato nel portuense

Momenti di follia a Portomaggiore nella serata di martedì, 20 febbraio, quando i Carabinieri della locale Compagnia sono dovuti intervenire ed arrestare un cittadino pakistano trentaduenne, domiciliato nel portuense, esagitato e molesto.

I militari sono stati allertati da alcuni residenti della zona di via Sole, dove l’uomo aveva rovesciato alcuni secchi del pattume, per poi sdraiarsi in mezzo alla strada, bloccando il passaggio dei veicoli, fino a saltare sul cofano di un’auto che passava di lì ed a prenderla letteralmente a calci e pugni, causando non pochi danni oltre allo spavento per il conducente.   

All’arrivo dei Carabinieri, l’uomo, che si presentava scalzo e visibilmente alterato, li aggrediva fisicamente mentre i militari cercavano di identificarlo, tentando poi la fuga. Bloccato e ammanettato, veniva accompagnato nella caserma portuense, dove è stato identificato e dichiarato in arresto per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni, avendo provocato ai Carabinieri intervenuti contusioni multiple, poi refertate presso il pronto soccorso dell’ospedale di Argenta con 10 giorni ciascuno di prognosi.  

Dopo una notte nelle camere di sicurezza dei Carabinieri, oggi l’uomo è stato accompagnato davanti al Giudice del Tribunale di Ferrara, che ne ha convalidato l’arresto condannandolo per direttissima a un anno di reclusione, pena sospesa.