Evaso dai domiciliari minaccia un vicino di casa con un coltello
Nella foto i Carabinieri mostrano il coltello utilizzato per le minacce

Arrestato in flagranza di reato dai Carabinieri

Nella notte del 7 febbraio, i militari del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Comacchio e della Stazione di Porto Garibaldi, allertati da una chiamata al 112, sono intervenuti presso l’abitazione di un 49enne comacchiese, che era in detenzione domiciliare per reati di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale.

L’uomo, in stato di alterazione, è stato sorpreso dai Carabinieri mentre minacciava un vicino di casa all’interno della sua abitazione brandendo un grosso coltello da cucina. I militari, sono riusciti ad immobilizzarlo e disarmarlo, non senza fatica, poiché lo stesso li ha colpiti con gomitate e spintoni per sottrarsi all’arresto.

Una volta fermato e condotto in caserma, il quarantanovenne è stato arrestato per evasione, violazione di domicilio aggravata e resistenza a pubblico ufficiale.

Due Carabinieri hanno riportato delle lesioni, fortunatamente solo lievi, curate da personale sanitario dell’Ospedale del Delta di Lagosanto.

Il 49enne è finito invece in camera di sicurezza, come disposto dal P.M. di turno presso la Procura estense, e nel pomeriggio del 7 febbraio il Giudice del Tribunale di Ferrara ha convalidato l’arresto disponendo la custodia cautelare in carcere.