Evade dopo 48 ore dagli arresti domiciliari
Nella foto una pattuglia dei Carabinieri di Mesola

La donna evasa dai domiciliari è stata tradotta presso la Casa Circondariale di Bologna

Nel pomeriggio del 15 gennaio scorso, i Carabinieri della Stazione di Mesola hanno tratto in arresto in flagranza di evasione una 49enne la quale dallo scorso sabato si trovava agli arresti domiciliari per i reati di rapina ed estorsione in concorso, nell’ambito di una attività investigativa condotta dalla Compagnia di Adria e coordinata dalla Procura di Rovigo.

La donna, la quale era apparsa fin da subito insofferente alla citata misura cautelare, nel primo pomeriggio di lunedì scorso ha ben pensato di allontanarsi senza autorizzazione da casa venendo però controllata, condotta in caserma ed arrestata dai militari del posto.

Al termine delle formalità di rito, su disposizione di PM di turno presso la Procura di Ferrara, la donna è stata quindi tradotta presso la Casa Circondariale di Bologna in attesa del giudizio di convalida. L’arresto, nella mattinata del 16 gennaio, è stato convalidato e la donna è stata nuovamente sottoposta agli arresti domiciliari.