Sono intervenuti i Carabinieri di Portomaggiore

L’uomo è stato denunciato dai Carabinieri

Nella tarda mattinata di venerdì , alla centrale operativa della Compagnia portuense dei Carabinieri è pervenuta la segnalazione di una ragazza, che aveva appena visto un uomo picchiare una donna all’interno di un’auto. Un attimo dopo, la vettura era ripartita in velocità per ignota destinazione.

I Carabinieri della Stazione di Massa Fiscaglia, dopo aver raccolto i primi elementi utili alle indagini, sono riusciti ad individuare la vettura ed a risalire al suo intestatario, che in un primo momento è risultato irreperibile. Contestualmente, focalizzando la propria attenzione sulla vittima dell’aggressione, i militari sono riusciti a identificarla e, poco dopo, a localizzarla. Poco più tardi è stato rintracciato anche l’uomo, che nel frattempo si era allontanato dal luogo di residenza.

La donna è stata ascoltata a lungo dai militari, che hanno fatto intervenire anche i sanitari del 118, benché la stessa avesse rifiutato il trasporto in ospedale.

Ricostruiti i fatti accaduti nella mattinata, non ostante la vittima non avesse ancora formalizzato querela per gli stessi, i Carabinieri hanno comunque segnalato l’uomo all’Autorità giudiziaria estense con informativa urgente, provvedendo altresì a collocare la donna in una struttura protetta.

Ancora una volta, l’Arma invita tutte le vittime di violenza a rivolgersi con fiducia alle Stazioni dei Carabinieri per denunciare le prevaricazioni subite, evidenziando come le segnalazioni al 112 di chi assiste ad episodi di violenza possano rendere più efficace e tempestiva l’azione di contrasto alla violenza di genere, azione che non si limita alla denuncia ed ai conseguenti aspetti di repressione penale, ma passa attraverso l’immediata attivazione della complessa rete istituzionale di contrasto, che prevede concreti interventi di assistenza, come il collocamento della vittima presso una struttura protetta, anche assieme ai figli minori.