Proseguono i controlli dell'arma dei Carabinieri nel ferrarese

Denunce, segnalazioni e sequestri

Nel pomeriggio di mercoledì 19 luglio scorso, i Carabinieri della Compagnia di Portomaggiore, coadiuvati dai colleghi del Nucleo Ispettorato del lavoro (N.I.L.) Carabinieri di Ferrara e della Stazione Carabinieri Forestale di Portomaggiore, hanno svolto l’ennesimo servizio straordinario di controllo del territorio, finalizzato al contrasto dei reati in genere, con particolare attenzione alla diffusione degli stupefacenti ed alle violazioni in materia ambientale e di sicurezza sui luoghi di lavoro. Questa volta i militari si sono concentrati nel comune di Argenta, dove hanno eseguito accurati controlli a carico di cinque esercizi commerciali, una cinquantina di persone e una trentina di veicoli, ritenuti di interesse operativo.

Il bilancio è di tre persone denunciate, in stato di libertà, all’Autorità Giudiziaria estense, di cui due cittadini stranieri per violazioni in materia di soggiorno sul territorio nazionale e un terzo perché in possesso illegale di un bastone di circa ottanta centimetri, che gli è stato sequestrato.

Nel corso dello stesso servizio i Carabinieri della Compagnia portuense hanno altresì segnalato alla competente Prefettura due giovani trovati in possesso di piccole quantità di stupefacente per uso personale, che sono state anch’esse poste sotto sequestro.

Nel frattempo, i colleghi della Stazione Forestale di Portomaggiore hanno controllato, presso un esercizio di vendita di prodotti alimentari e casalinghi, il rispetto della normativa inerente la commercializzazione degli “shopper in plastica”, senza rilevare anomalie.

Infine, i Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro hanno eseguito un controllo presso un altro esercizio commerciale rilevandovi l’assenza del “D.V.R.” (Documento di Valutazione dei Rischi) e, pertanto, hanno disposto la sospensione dell’attività in attesa che l’esercente svolga gli adempimenti necessari a regolarizzarsi, in assenza dei quali scatteranno pesanti sanzioni pecuniarie.

I Carabinieri fanno sapere che i servizi straordinari di controllo nel territorio portuense, come nel resto della provincia, continueranno nelle prossime settimane.