Il canale di Porto Garibaldi

800 mila euro per risolvere, nell’immediato, il problema dell’insabbiamento della foce del canale navigabile

Accolta la richiesta del Comune di Comacchio per intervenire urgentemente con il dragaggio dell’imboccatura del porto a Porto Garibaldi: in arrivo 800.000 Euro da fondi regionali per la realizzazione dell’intervento.

Il progetto, ideato dall’Amministrazione e ricompreso tra gli interventi urgenti di protezione civile finanziati in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi tra il 22 novembre al 5 dicembre 2022 nel territorio di Comacchio, prevede la rimozione completa di sabbia e materiale che ostruiscono l’accesso del portocanale, creando situazioni di criticità alle imbarcazioni che lo attraversano.

Il Comune di Comacchio, ricevuta la conferma di assegnazione delle risorse, ha già dato avvio all’intervento. La prima fase consta nell’analisi del materiale da asportare, la cui composizione ne definirà la destinazione.

A ciò si aggiungono le indagini belliche per accertare l’assenza di ordigni risalenti ai conflitti mondiali, la zona viene, infatti, segnalata come snodo cruciale nei conflitti del secolo scorso.

“Intervento quanto mai necessario per risolvere, nell’immediato, il problema dell’insabbiamento della foce del canale navigabile. Il problema si ripresenterà e quindi auspico che possa essere definitivamente eliminato con interventi mirati”, dichiara il Sindaco Pierluigi Negri.

I tempi stimati di esecuzione dei lavori sono di un mese dal momento dell’affidamento degli stessi. Il costo complessivo sarà di oltre un milione di euro.