Gli anziani evitano le ruffe grazie ai consigli dei Carabinieri
(Shutterstock.com)

Nella giornata di Pasquetta l’uomo è arrivato a casa del padre, nel tentativo dei Carabinieri di allontanarlo ha opposto resistenza colpendo uno degli operanti

Nel tardo pomeriggio del giorno di Pasquetta, lunedì 10 aprile, i Carabinieri di Lido degli Estensi, sono intervenuti a Porto Garibaldi per una lite tra padre e figlio, a seguito di una richiesta pervenuta al 112. 

Al loro arrivo i militari hanno appreso che il figlio 31enne, già noto agli uffici di polizia, si era presentato a casa del padre e, minacciandolo e danneggiandone l’auto parcheggiata nel cortile di casa, pretendeva che gli fornisse del denaro contante, senza fornire nessuna motivazione in merito.

Nonostante il tentativo dei Carabinieri di calmare gli animi, il 31enne li ha oltraggiati e minacciati di morte e, quando hanno cercato di fermarlo, ha opposto resistenza colpendo uno degli operanti che ha dovuto ricorrere alle cure mediche presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale del Delta di Lagosanto. L’uomo, attualmente sottoposto alla misura di prevenzione dell’avviso orale e già in passato destinatario di un divieto di avvicinamento proprio al padre, è stato quindi arrestato per tentata estorsione al genitore nonché per violenza, minaccia, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, e quindi condotto, su disposizione del Pubblico Ministero estense, presso la Casa Circondariale “Satta” di Ferrara in attesa del giudizio di convalida. 

Nella mattinata di oggi, mercoledì 12 aprile, il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale del capoluogo ha convalidato l’arresto, rinviando l’udienza dibattimentale, applicando all’arrestato la misura cautelare in carcere.