Nella breve “festa di compleanno” negli Uffici della Compagnia Carabinieri di Cento, Nocco, oltre a ringraziare, ha commentato “L’Arma mi ha sempre dato tanto… ma questa cosa qui non me l’aspettavo, mi ha lasciato sbalordito, mi onora e mi commuove

Ha compiuto 100 anni l’Appuntato dei Carabinieri in congedo Salvatore Nocco. A festeggiare insieme a lui il traguardo del secolo, presso gli Uffici della Compagnia Carabinieri di Cento, c’erano Carabinieri e l’Associazione Nazionale Carabinieri, presidente e consiglio della Sezione di Cento. Ad accompagnare Nocco erano presenti i figli Adriano e Fabio, quest’ultimo Luogotenente dei Carabinieri in congedo, e il nipote Marco.

Gli auguri a Salvatore Nocco sono arrivati dai vertici della scala gerarchica dell’Arma dei Carabinieri che hanno visibilmente commosso il centenario Appuntato dei Carabinieri che, grato per l’inaspettata sorpresa, ha ripercorso i momenti salienti della sua vita nell’Arma.

Nato a Martano (LE) nel 1922, Nocco si è arruolato nel 1941 come Carabiniere Ausiliario. Assegnato al 154° Reggimento Carabinieri Mobiliato di Bari, nel 1944 fu trasferito alla Legione Livorno. Si congedò nel gennaio del 1946 ma, innamorato della divisa, nel 1951 chiese e venne riammesso in servizio con il grado di “Carabiniere a piedi”. Assegnato alla Legione Bologna, Stazione Carabinieri di Villanova di Bagnacavallo (RA), fu poi trasferito alla Legione Carabinieri Emilia Romagna, presso il Servizio Amministrativo. Nel corso degli anni Salvatore Nocco ha poi prestato servizio, per brevi periodi, a Faeto e San Marco in Lamis, paesini in provincia di Foggia. A maggio del 1974 andò definitivamente in congedo, con rammarico dei superiori dai quali si era fatto apprezzare. Nocco è autorizzato a fregiarsi del distintivo della Guerra di Liberazione nonché ad apporre sul nastrino tre stellette d’argento, corrispondenti agli anni 1943-1944-1945.

Nel corso della breve “festa di compleanno” l’Appuntato ha indossato la giacca con il bavero e la bustina che contraddistinguono l’appartenenza all’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo. Oltre a ringraziare, Nocco ha commentato “L’Arma mi ha sempre dato tanto… ma questa cosa qui non me l’aspettavo, mi ha lasciato sbalordito, mi onora e mi commuove”.