La polizia locale ha inoltre denunciato un giovane portapizze senza patente che si era spacciato per il fratello

Fermo e denuncia di un uomo che girava armato di un grosso cutter, sanzioni per guida senza patente e per la mancanza di titoli di viaggio sui mezzi del trasporto pubblico locale. È questo il bilancio delle ultime uscite dei motociclisti e del Nucleo Anti Degrado, coadiuvato da una unità cinofila, del corpo di Polizia Locale Terre Estensi.
Nella mattinata di mercoledì 21 settembre gli agenti del NAD – nell’occasione impegnati in supporto al personale Tper al fine di verificare sui mezzi pubblici il regolare possesso dei titoli da parte dell’utenza – hanno effettuato nel piazzale della Stazione un controllo antidroga.

Alla vista del cane un cittadino marocchino richiedente asilo in Slovenia, A.I., si è allontanato frettolosamente destando i sospetti degli agenti. Fermato, l’uomo è stato trovato in possesso di un grosso cutter il cui porto fuori dall’abitazione senza giustificato motivo costituisce reato. Per tale motivo A.I. è stato denunciato a piede libero, inoltre, controllato presso la questura, è risultato che l’uomo fosse stato recentemente denunciato per violenza sessuale. Il cutter è stato sequestrato.

Sono state 10 invece le sanzioni elevate alle persone colte senza di biglietto sugli autobus.

I motociclisti della Polizia Locale Terre Estensi hanno anche effettuato in centro storico un servizio volto al contrasto delle infrazioni commessi dai conducenti di veicoli a due ruote come biciclette, monopattini e scooter. Durante uno di questi controlli, un portapizze.con blusa di una nota ditta che effettua consegna a domicilio è stato fermato in piazza Trento Trieste. Il conducente dello scooter, un giovane pakistano residente in città, ha fornito agli agenti i documenti rubati al fratello cercando di spacciarsi per quest’ultimo sostituendosi quindi alla sua persona. Lo stesso intendeva inoltre guidare il motociclo del fratello con la patente di guida di quest’ultimo, in quanto il giovane fermato non aveva mai conseguito la licenza. Dopo un controllo scrupoloso, il giovane del 1992 è stato denunciato per falsa attestazione a Pubblico Ufficiale e sostituzione di persona. Nella circostanza veniva elevata una sanzione di 5mila euro per guida senza patente e il motociclo veniva posto sotto fermo amministrativo.