Frutteti, campi di mais, magazzini ed impianti fotovoltaici, tetti ed hangar per ricovero attrezzi, serre: si allarga la lista dei danni per il maltempo

I primi riscontri dell’ondata di maltempo che dopo mesi di siccità si è abbattuta su alcuni territori della provincia di Ferrara sono sconfortanti – racconto la Coldiretti -, con continui aggiornamenti in negativo sulla portata dei danni subiti da cittadini ed imprese, comprese quelle agricole.

Dopo il fortunale di mercoledì 17 agosto, che ha interessato principalmente il comune di Bondeno, compreso il centro abitato, e la frazione di Boara, arrivano purtroppo segnalazioni anche da altre zone della provincia, interessate dal temporale che attorno alle 12 di oggi, 18 agosto, ha ulteriormente colpito abitazioni, campi ed attività produttive.

Abbiamo ricevuto segnalazioni – informa l’associazione agricola ferrarese – di danni rilevanti nel comune di Ferrara, nelle frazioni di Cona, Gaibana e Gaibanella, con piante divelte, tetti scoperchiati, frutta caduta a terra ed irrecuperabile. Nel bondenese la conta dei danni riguarda un po’ tutto il territorio matildeo, con problemi a frutteti, campi di mais, stalle, magazzini. Ancora abbiamo rilevato problemi per il forte vento anche in aziende dei comuni di Masi Torello Argenta e di Fiscaglia. Una situazione preoccupante oltre misura, che rende amara la fine del periodo di assenza di piogge e che impatta negativamente sui redditi delle imprese, già a dura prova per gli aumenti dei costi di produzione e gli effetti della siccità”.

Coldiretti ripete la raccomandazione di attivarsi immediatamente nei confronti della propria compagnia assicurativa nel caso di polizze contro i danni da calamità atmosferiche sia per colture che per immobili ed attrezzature, documentando lo stato di fatto con fotografie, che potranno essere utilizzate anche per le richieste di attivazione dei provvedimenti connessi al Fondo di Solidarietà Nazionale, sia per gli aspetti legati alle produzioni agricole, che per gli immobili attraverso la Protezione Civile. 

Sul sito della Regione Emilia-Romagna è già possibile segnalare i danni subiti per avviare i procedimenti di delimitazione e quindi eventuali risarcimenti.

Sono già stati resi disponibili i moduli del comune di Bondeno per comunicare i danni subiti e la prima stima economica dell’evento. Nei prossimi giorni sarà possibile avere una stima dell’impatto di questi eventi sul settore agricolo – conclude Coldiretti – ma purtroppo è evidente che si tratterà di un conto salato.