I carabinieri hanno individuato i responsabili dopo la segnalazione del furto di alcune catenine d’oro

Era l’1.30 della notte tra sabato e domenica 31 luglio quando alcuni avventori del “Malua 54” a Lido di Spina hanno contattato il 112 per segnalare di essere stati derubati delle loro catenine mentre ballavano nel locale. Sul posto sono dunque intervenute le pattuglie dei Carabinieri di Lido degli Estensi e di Ambrogio (Fe): i militari, con l’ausilio degli addetti alla sicurezza dell’esercizio pubblico, sono riusciti a individuare i presunti responsabili dei reati, due ragazzi e una ragazza.

Avvicinati dai Carabinieri, la ragazza e uno dei ragazzi, entrambi italiani di 23 anni, si sono fatti identificare, mentre il terzo ha reagito violentemente ai militari spintonandoli e cercando di guadagnare la fuga. Il giovane è stato immediatamente bloccato e identificato per H.H., 22enne marocchino, noto agli uffici di polizia; a seguito della perquisizione personale il giovane è stato trovato in possesso di due catenine d’oro, del valore complessivo di 1.000 euro, sottratte nel corso della serata a due 21enni che si trovavano al Malua, un mantovano ed un ravennate, ai quali sono stati restituiti.

I tre ragazzi fermati, provenienti dal modenese, sono stati poi acompagnati in caserma per le formalità di rito, il 22enne in stato di arresto e gli altri due in stato di libertà. Al termine delle operazioni tutti e tre sono stati deferiti alla Procura della Repubblica di Ferrara per concorso in furto aggravato, mentre solo H.H. è stato arrestato anche per resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

Terminata la redazione degli atti, ricevute le denunce di furto e restituite le catenine ai legittimi proprietari, su disposizione della autorità giudiziaria, il 22enne arrestato è stato rimesso in libertà insieme agli amici.