Grazie all’uso di telecamere un uomo è stato visto in diretta mentre rubava dalla cassetta delle offerte

Nell’ultimo periodo alla parrocchia di San Cassiano e SS Rosario nel centro di Comacchio erano avvenuti vari furti delle offerte. I soldi in qualche modo venivano sottratti dalle cassette, senza effrazioni, e i furti avvenivano per lo più in orario pomeridiano.

Il parroco, allarmato dal ripetersi degli episodi, si era rivolto ai Carabinieri della Compagnia di Comacchio. Nelle chiese sono state dunque attivate delle telecamere e nel pomeriggio di ieri, domenica 22 maggio, è stato notato un individuo che si aggirava con fare sospetto tra le navate della chiesa; in particolare si fermava a controllare il contenuto delle cassette delle offerte utilizzando una torcia elettrica, poi armeggiava con una sorta di bacchetta, facendola passare attraverso la fessura atta a introdurre le offerte nelle cassette stesse e, con questa operazione, riusciva ad estrarre monete e banconote.

Dall’altra parte della telecamera, in diretta, il sacerdote ha riconosciuto l’uomo: era la stessa persona che lo scorso 6 maggio aveva svuotato anche le cassette delle offerte della Concattedrale Duomo di Comacchio, riuscendo – in quel caso – a dileguarsi. A quel punto è intervenuta una pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri, che ha colto il sospettato nel momento in cui stava uscendo dal luogo di culto. L’uomo è stato trovato in possesso di denaro in monete e banconote per una somma totale di 109,57 euro, nonché di un metro avvolgibile con applicata una rudimentale estremità adesiva, usata per compiere i furti.

Il denaro è stato restituito alla parrocchia, mentre l’uomo, un 48enne del ravennate, è stato tratto in arresto nella flagranza di furto e posto ai domiciliari. Nella mattinata di oggi l’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto, con rinvio dell’udienza per la scelta del rito.