“Accoglienza e città straordinarie”. Le riprese del film Tramite Amicizia inizieranno nelle prossime settimane

“Quando faccio un film cerco di far emergere il meglio che una città, un territorio, esprimono. A Ferrara ho trovato una ricchezza culturale straordinaria. Qui ci sono scorci, panorami, monumenti, case, soffitti, giardini, spazi incredibili”. Queste le parole di Alessandro Siani, celebre attore, regista, comico, sceneggiatore, conduttore, volto assai noto di film come Benvenuti al Nord e Benvenuti al Sud, in queste settimane a Ferrara per il suo ultimo lavoro cinematografico, Tramite Amicizia, improntato alla comicità.

Le riprese del film inizieranno nelle prossime settimane, il film – che vede la collaborazione di Emilia-Romagna Film Commission – sarà prodotto da IIF.-italian International film e Rai cinema e distribuito da 01 Distribution.

La casting call si è tenuta nei giorni scorsi proprio a Ferrara, al cinema Santo Spirito e a partire da oggi, mercoledì 18 maggio 2022, chi vuole proporsi potrà farlo online, alla mail: [email protected], inviando foto e, se richiesto, self-tape. 
Si cercano: persone eleganti, distinte e alla moda, ma anche uomini, donne, anziani e bambini per scene di massa. Una particolare selezione riguarderà cittadini orientali. Nelle candidature si suggerisce di indicare le proprie abilità, anche sportive, o particolari esperienze maturate come cameriere, barista, ‘buttafuori’. Nel ruolo di AOSM (selezione comparse e figurazioni) c’è, tra gli altri, anche la ferrarese Rebecca Bottoni, presidente del Ferrara Buskers Festival.

Nei giorni scorsi Siani è stato accolto dal sindaco Alan Fabbri, che lo ha incontrato nel suo ufficio a palazzo Municipale. Il primo cittadino si è detto “felice di questo interessamento e per le tante belle parole espresse per la città, che confermano come Ferrara sia a tutti gli effetti una città del cinema, set ideale e fonte di ispirazione per attori e registi”, ha sottolineato Fabbri.

“Ferrara è da girare sottosopra”, ha detto Siani, spiegando di essere rimasto affascinato dalla città storica, tanto da trovarsi spesso a “camminare col naso all’insù”. Parole speciali l’attore le ha riservate al Teatro Comunale Claudio Abbado. “È fantastico”, ha detto. “Questi scenari non sono adatti solo a film storici ma, a mio avviso, sanno esprimere anche un forte senso di freschezza e di modernità”. “E poi la gente, mi hanno chiesto in tantissimi per il cast. Ho trovato un seguito pazzesco”.